fbpx

Due nuovi VC per le startup italiane

Angelini, per il biotech e la sanità digitale, e Brembo, per l’intelligenza artificiale e la meccatronica, annunciano notevoli investimenti nelle startup italiane.

 

A distanza di pochi giorni l’una dall’altra, due grandi famiglie del capitalismo italiano, Brembo, colosso dei freni quotato a Piazza Affari, e Angelini, che opera nell’area della salute e del benessere nei settori farmaceutico e dei prodotti di largo consumo, nella meccanica, nel vitivinicolo e nei profumi, hanno dato vita, il primo a Brembo Ventures, il secondo ad Angelini Ventures.

Il primo punta a investire in startup che sviluppano soluzioni innovative negli ambiti della biotecnologia, delle scienze della vita e della sanità digitale, con una dotazione di 300 milioni di euro, sede a Roma e un team globale che compone una rete internazionale di esperti in innovazione. Angelini Ventures investirà in Europa, Nord America e Israele con particolare attenzione alla salute del cervello e a segmenti di mercato rivolti a donne, bambini e terza età. Angelini Ventures ha già pianificato investimenti internazionali per 60 milioni di euro. L’attuale portafoglio di investimenti include Argobio, “startup studio” del settore biotech con sede a Parigi, Angelini Lumira Biosciences Fund, fondo nordamericano che investe in startup e Pretzel Therapeutics, società di Boston che sviluppa terapie mitocondriali.

Brembo Ventures invece è la nuova unità di venture capital dell’azienda che ha appena partecipato da lead investor nel round di finanziamento della startup PhotonPath, spin off del Politecnico di Milano, che sviluppa prodotti basati sulla fotonica integrata, di cui ha acquisito il 6,8%.

«Brembo Ventures è lo strumento per attirare e far crescere gli innovatori, chi esplora le frontiere tecnologiche» ha dichiarato Roberto Grazioli, Chief Business Development Officer di Brembo. «La nostra strategia è investire in startup con le quali lavorare direttamente per accelerare lo sviluppo di nuove soluzioni. Da oggi con Brembo Ventures siamo ancora più strutturati per cogliere le opportunità sul mercato che possano contribuire al nostro obiettivo: ridefinire il futuro dei sistemi frenanti e della mobilità a beneficio dei nostri clienti».

Il fondo realizzerà investimenti strategici a livello globale nelle migliori startup tecnologiche, in grado di portare valore sia in ambito di prodotto sia di processo produttivo. L’attenzione sarà rivolta a realtà attive nell’intelligenza artificiale, nei big data, nella sensoristica, nella meccatronica, nell’efficienza energetica e nella sostenibilità che possano trovare applicazione nel settore automotive. Con PhotonPath, Brembo potrà accelerare lo sviluppo di nuove soluzioni per la digitalizzazione degli impianti frenanti, percorso intrapreso con il lancio del nuovo sistema frenante intelligente SENSIFY.

L’investimento in PhotonPath è complementare a quello effettuato da Brembo nel 2020 in Infibra Technologies, società fondata nel 2014 come spinoff della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che sviluppa e produce sistemi fotonici integrati, di cui Brembo detiene il 20% e che entra nel portafoglio di Brembo Ventures.

Smau 2023 sbarca a San Francisco

Dopo il successo di Milano, il programma della nuova stagione con l’esordio a maggio in California.   Smau, la fiera italiana numero uno in tema

TikTok: paura per la privacy anche in Europa

La Commissione Europea chiede di adeguarsi entro settembre 2023.   Nell’aprile 2022, la società cinese del social TikTok, ha annunciato un aggiornamento della sua politica

La pasta made In Italy è sempre un buon business

Frescobaldi annuncia la sua prima produzione di pasta.   Frescobaldi, uno dei principali brand del vino italiani entra nella produzione della pasta con Tirrena. La nuova

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.