I buoni propositi di Zuckerberg per il 2018: “Migliorare Facebook e correggere gli errori”

0
1931
Foto Flickr Anthony Quintano - Facebook F8 2017 San Jose Mark Zuckerberg

Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg ha iniziato il 2018 con un post di buoni propositi per il nuovo anno. Nonostante il fatturato e il numero di utenti continuino a crescere, il creatore del social ha ammesso che sono ancora troppi gli errori commessi e i problemi da risolvere. Come l’odio di certi messaggi o le interferenze degli Stati nella community.

«Ogni anno scelgo una sfida personale per imparare qualcosa di nuovo. Ho visitato ogni paese degli Stati Uniti, ho percordo 365 miglia, costruito l’intelligenza artificiale per la mia casa, letto 25 libri e imparato il mandarino. Ho iniziato queste sfide nel 2009. Quel primo anno l’economia era in una profonda recessione e Facebook non era ancora redditizio… Oggi mi sembra come allora. Il mondo è ansioso e diviso, e Facebook ha un sacco di lavoro da fare: che sia proteggere la community da abusi e odio, difenderla dalle interferenze degli Stati o assicurarsi che il tempo passato su Facebook sia tempo ben speso. La mia sfida personale per il 2018 è risolvere questi importanti problemi».

Nel suo post Zuckerberg si esprime con cautela. «Non riusciremo a prevenire tutti gli errori o gli abusi, ma attualmente facciamo troppi errori che non prevengono l’uso improprio dei nostri strumenti… Potrebbe non sembrare una sfida personale, ma penso che imparerò molto. Questi questioni toccano temi di storia, educazione civica, filosofia politica, media, governo e, naturalmente, tecnologia. Non vedo l’ora di riunire gruppi di esperti per discutere e lavorare su questi argomenti… Il 2018 sarà un anno di automiglioramento e non vedo l’ora di imparare dal lavoro per risolvere insieme i nostri problemi».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.