fbpx

Business Innovation Factory: accelerate le migliori 10 startup

Terminato il primo Business Innovation Factory. Il percorso di Leonardo e LVenture ha visto 172 startup da tutto il mondo. Ma solo 10 sono arrivate alla fine.

 

Sono passati solo 5 mesi dalla prima call del programma denominato BIF (Business Innovation Factory) e così i fondatori hanno presentato i risultati del loro lavoro con le startup durante una giornata demo presso LVenture Group a Roma, una delle principali innovazioni hub in Europa.

 

“Dobbiamo essere noi i primi a saperci aprire al nuovo e cogliere l’innovazione ovunque essa si produca. Le collaborazioni con le startup e con il mondo accademico sono fondamentali, perché rappresentano un ulteriore tassello che si aggiunge all’innovazione tradizionale per rafforzare il posizionamento competitivo di Leonardo nei prossimi dieci anni” ha affermato l’amministratore delegato Alessandro Profumo vedendo i miglioramenti dal primo appuntamento di maggio.

 

Erano 172 le startup candidate all’acceleratore, di cui il 41% proveniva dall’estero, ma solo 10 hanno concluso il programma che ha visto Leonardo e LVenture mettere le loro competenze a disposizione di questo primo gruppo di startup e spin-off universitari con un approccio full-stack, ossia di supporto in tutte le fasi, dall’accelerazione all’uscita.

 

Due le aree principali: servitiation – fornitura di servizi hi-tech legati alla raccolta e sfruttamento dei dati – e sistemi di mobilità e navigazione autonomi. L’obiettivo del programma Business Innovation Factory è selezionare, nel prossimo triennio, fino a 10 startup all’anno che amplieranno l’offerta di servizi digitali di Leonardo attraverso soluzioni innovative.

 

Ma il BIF è molto di più. Il nuovo acceleratore di Leonardo punta a selezionare, per il prossimo triennio, fino a 10 startup all’anno che svilupperanno soluzioni innovative in grado di ampliare l’offerta di servizi digitali dell’azienda, valorizzando uno dei leader mondiali nell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza. Un progetto su cui l’azienda ha investito un milione di euro diviso tra le 10 startup scelte. Tra le 10 scelte, Leonardo ne sceglierà fino a tre, su cui investire fino a 500mila euro a impresa.

 

BIF rimane quindi un centro di eccellenza per lo sviluppo di soluzioni tecnologiche ad alto potenziale a supporto del piano strategico Be Tomorrow 2030 in un’ottica di apertura all’innovazione.

 

A livello geografico, dopo l’Italia, sono Stati Uniti, Regno Unito, Spagna e Nigeria –rispettivamente con 9,7,6 e 4 candidature – i Paesi dai quali sono giunte il maggior numero di proposte.

 

Leonardo è uno dei maggiori player mondiali nel settore dell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza in cui sviluppa capacità operative multidominio e svolge un ruolo di primo piano nei principali programmi strategici internazionali diventando così un partner tecnologico di fiducia di Governi, Agenzie di Difesa, Istituzioni e imprese. LVenture Group invece è una holding quotata alla Borsa Italiana, che investe in startup digitali early stage. Dal 2013 gestisce l’acceleratore di startup, LUISS EnLabs.

BISS, l’azienda biotech italiana innovativa

ChemoMaker il robot che sostituisce i sistemi di vecchia generazione negli ospedali italiani come quello di Genova San martino, Trieste e Cremona   Da Trieste

Torino: l’incubatore delle startup

Come fare parte di OGR Tech e accedere ai programmi di accelerazione accanto ai giganti dell’innovazione   Un edificio industriale dismesso, una fondazione che ha

La nuova direttiva sulla “Case green”

L’ obiettivo dell’unione europea entro il 2030 è di portare tutte le abitazioni presenti in Europa a una classe energetica E   Secondo la bozza

Il mondo delle criptovalute sta cambiando

Quello delle cripto è un settore in costante mutazione, caratterizzato da poca solidità ed estrema volatilità   Il 2023 è iniziato e si vedono già

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

Calo del 35% di investimenti nelle startup

Come era già stato previsto all’inizio del 2022 gli investimenti in startup hanno registrato una forte frenata a livello globale   Secondo i dati appena

Volare a emissione zero ora è possibile

È stato effettuato il primo volo a zero emissioni. Si tratta di ZeroAvia, leader dell’aviazione a emissioni zero, che ha preso il volo con il

Hype ha un nuovo CEO

L’ex PagoPa Giuseppe Virgone guiderà la società verso un nuovo percorso di crescita   Giuseppe Virgone lascia PagoPA e diventa il nuovo CEO di Hype.

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.