Call for ideas, l’acceleratore VeniSIA cerca startup e innovatori per la sostenibilità

1627
venezia

Sostenere le startup, trovare soluzioni innovative per l’ambiente e fare di Venezia un polo per giovani innovatori e talenti. Sono gli obiettivi di VeniSIA (Venice Sustainability Innovation Accelerator), l’acceleratore che ha sede all’Università Ca’ Foscari, e della sua seconda call for ideas, rivolta a startup italiane e internazionali. Alla prima, nel 2021, hanno partecipato 1.513 candidati da 28 Paesi. I temi dell’edizione 2022 sono cambiamento climatico ed economia circolare. Candidature online fino al 30 giugno.

Le startup avranno l’opportunità di realizzare un progetto di co-innovation insieme a una delle aziende partner di VeniSIA. L’acceleratore selezionerà circa 30 “innovatori residenti”: i team potranno trasferirsi in città per i mesi del programma. Le startup finaliste riceveranno anche un premio di 20mila euro.

bagnoli venisia«Venezia è il contesto ideale per testare e valorizzare nuove soluzioni tecnologiche e di business focalizzate sulla sostenibilità, con l’obiettivo ultimo di ripopolare la città con nuovi professionisti e nuove imprese» spiega Carlo Bagnoli, direttore scientifico VeniSIA.

«La nostra idea è di trasformare Venezia nella più antica città del futuro».

Le sfide della sostenibilità

Le startup candidate dovranno misurarsi su una delle sette challenge proposte: low-carbon mobility, per soluzioni su veicoli elettrici o a basse emissioni e infrastrutture, materiali innovativi e sostenibili, idee per la social acceptance di impianti di energie rinnovabili. E poi: applicazioni di Data Analytics, AI e IoT per l’analisi di parametri climatici, Supply Chain sostenibili, economia circolare e Waste Management. Infine Smart Cities e Communities è la challenge per proporre edifici sostenibili, piattaforme IoT per città intelligenti, soluzioni per il turismo sostenibile e l’inclusione digitale.

«Cerchiamo startup da tutto il mondo che vogliano lavorare con noi su soluzioni innovative per la sostenibilità» dice Fabio Tentori, Ceo di Enel Innovation Hubs, che è tra le aziende partner del progetto, insieme a Cisco, Atlantia e Joule, la Scuola di Eni per l’impresa.

Info e candidature: www.venisia.org/it/accelerazione/

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteFuturo turismo
Prossimo articoloIl Franchising cresce in tutto il mondo, anche in Italia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.