«Così abbiamo creato “Posso”, vino abruzzese che dimostra che possiamo farcela»

5952
vino posso

Costanza Cieri e Nicola Cantoli, 27 anni, sono amici da 15 anni. Se ne vanno dall’Abruzzo, studiano entrambi Economia, fanno esperienza e lavorano all’estero, in grandi aziende: Fater, UniCredit e Dana Corporation. Poi nel 2019 decidono di tornare nella loro terra. Pensano a come rivoluzionare il modo di vendere vino delle loro famiglie, che lavorano l’uva di 70 ettari di vigneti sparsi tra Ortona, Crecchio e Orsogna. «Un conto è fare il vino, un altro commercializzarlo» raccontano.

«Abbiamo fondato un’azienda, Inverso Vini, per creare una vetrina per vini con etichetta, packaging, racconto pensati per i giovani. Inverso perché torniamo alla terra da nativi digitali e andiamo controtendenza. L’etichetta è “Posso”, perché se lo vogliamo, possiamo farcela».

Etichetta e brand hanno vinto la 9a edizione di StartImpresa di Confidustria Chieti Pescara. «Design e sostenibilità vanno insieme: bottiglie riciclabili, più leggere, satinate in modo naturale, capsule in carta riciclata, uve bio, packaging ecologici, processi a basso impatto». Tre i vini sviluppati, per reinventare vitigni autoctoni: Pecorino, Montepulciano e Cerasuolo.

«Abbiamo ottenuto un finanziamento di 40.000 euro da una banca. Senza famiglie alle spalle, non l’avremmo ottenuto. Il progetto era considerato rischioso. Ora invece siamo credibili e le banche disponibili».

La scelta vincente è la possibilità di programmare la produzione last minute. I vini sono lavorati prima, ma l’imbottigliamento si fa dopo l’ordine, il magazzino è veloce. «Non siamo mai senza prodotti e in 5 mesi, nonostante la partenza in lockdown, siamo arrivati al pareggio. Contiamo di chiudere il 2021 con +200% sul fatturato. Risultati raggiungibili grazie al piano quinquennale fatto con i nostri collaboratori per i mercati esteri».

INFO: www.inversovini.it

Tratto dall’articolo “Vite e passioni” pubblicato su Millionaire di settembre 2021. Per acquistare l’arretrato, e leggere tante altre storie di giovani viticoltori, scrivi a abbonamenti@ieoinf.it

viticoltori

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteLush chiude i suoi account social in tutto il mondo: “Sono ambienti poco sicuri”
Prossimo articoloElisabetta Franchi vince il Premio “EY L’Imprenditore dell’Anno 2021”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.