“Così abbiamo salvato la Carioca, storica azienda di pennarelli. E ora la svolta è eco”

6977
carioca
Da sinistra: Enrico Toledo, presidente e Ad di Carioca, e Giorgio Bertolo, direttore generale.

Un’azienda storica che ha riempito di arcobaleni i quaderni dei bambini italiani ha rischiato di scomparire nel nero di un fallimento. Nel 2016 la fabbrica dei colori Carioca di Settimo Torinese (To), fondata da Alessandro Frola, era in liquidazione. Ma i Toledo, famiglia di imprenditori, hanno creduto in quei pennarelli storici. Un legame emotivo, il loro, sostenuto da un piano industriale che ha previsto l’espansione in nuovi mercati, Cina compresa.

«Erano i pennarelli che usavo quando ero bambino. E un’intera generazione ha disegnato con i Carioca. Voglio provare a rilanciarla» ha dichiarato a la Repubblica Enrico Toledo, presidente e Ad.

«L’azienda era in difficoltà a causa della congiuntura e anche di qualche investimento sbagliato» ha spiegato al Corriere della Sera Toledo. «Ma il marchio era sano: così, io e i miei due fratelli ci siamo buttati in quest’avventura perché le potenzialità del brand erano evidenti. E ci abbiamo visto giusto».

pennarelli colori cariocaAlla Universal, storica proprietaria del marchio, è subentrata prima la Zico Holding della famiglia Toledo, poi è nata la Carioca. Già nel 2015, primo anno di operatività, pur in regime di affitto di azienda, Carioca e la controllata spagnola Universal Española fatturavano 22 milioni di euro. Nel 2020, siamo arrivati a 29,6 milioni di euro per il Gruppo (+8%) e 25 milioni di euro per Carioca Italia (+12%).

Oggi l’azienda conta circa 110 persone tra lo stabilimento di Settimo Torinese (principale polo produttivo) e Barcellona. Negli ultimi due anni, il canale digitale ha raddoppiato il peso sul fatturato, triplicando le vendite.

La svolta attuale? Carioca riduce il proprio impatto ambientale. Non solo rende la sua produzione più sostenibile, ma trasforma uno strumento di lavoro per studenti e creativi in un veicolo di educazione ambientale.

La nuova linea Eco Family è nata dalla collaborazione con Ecoplasteam, startup innovativa di Alessandria che produce Ecoallene, un nuovo materiale derivato dai rifiuti “poliaccoppiati” (involucri realizzati con diversi materiali, come il cartone del latte). I pennarelli, le penne e gli evidenziatori della linea Eco Family di Carioca sono al 70% di plastica riciclata o in Ecoallene. E tutti Made in Italy. In plastica riciclata anche la colla. E gli astucci Rpet sono ricavati dal riciclo di bottiglie di plastica in Pet. Le confezioni sono tutte in cartone riciclato. La nuova politica di sostenibilità ambientale ha portato al momento un risparmio nell’utilizzo di plastica fossile per più di 80 tonnellate.

«La nostra ambizione è rendere il riciclo e il riuso della plastica la fonte principale dei nostri consumi. Non solo: vogliamo rendere packaging e imballaggi completamente riciclabili, riutilizzabili o compostabili» spiega Giorgio Bertolo, direttore generale di Carioca.

Tratto da Millionaire di ottobre 2021. 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.