Da Renzo Rosso a Bebe Vio, ecco gli ambassador scelti per promuovere l’Italia nel mondo

1388
enit bebe vio

Si torna a viaggiare e l’Italia si mostra sempre più attrattiva: le prospettive sono di tornare ai risultati pre-Covid. Ma bisogna fare di più. «Siamo al 1° posto per click sul web, al 6° per presenze. Bisogna colmare questo gap. Perché vincono i Paesi che sanno vendere meglio il loro prodotto. E il prodotto Italia ha potenzialità infinite. Dobbiamo cambiare registro» ha detto questa mattina il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, alla conferenza stampa organizzata dall’Enit Agenzia Nazionale del Turismo, a Milano, a Palazzo Lombardia, con la partecipazione del presidente della regione, Attilio Fontana.

Molte le iniziative presentate da Roberta Garibaldi, Ad di Enit. Un lavoro fatto in team coinvolge l’ambito della comunicazione e della digitalizzazione, per creare un portale (italia.it) attraente e di servizio e un’app che sarà disponibile tra pochi mesi. Quella della collaborazione è una strategia che proseguirà, coinvolgendo regioni e amministrazioni in tutta Italia.

enit ambasciatori turismo rossoTra le novità, la partnership con Eurovision e Giro d’Italia e il supporto del Coni. Poi una campagna di comunicazione che coinvolge ambassador italiani, personaggi “eccellenti” e noti in tutto il mondo: Federica Pellegrini, Massimo Bottura, Stefano Boeri, Renzo Rosso, Roberto Bolle, Bebe Vio, Marco Balich. I testimonial hanno rinunciato ai loro compensi, che saranno destinati da Enit al sostegno dei profughi ucraini e delle startup del turismo.

Dagli ambassador l’invito a conoscere l’Italia, #LiveItalian. Un Paese da vivere e scoprire con nuove modalità turistiche, che puntano ad evitare l’overtourism delle città d’arte e valorizzare centri minori e bellezze fuori dalle solite rotte: turismo per borghi, cammini, turismo attivo e sportivo. Luoghi e proposte che piacciono anche ai giovani e allungano la stagione turistica fino a coprire tutto l’anno, a beneficio delle economie locali e dell’occupazione.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteArrivano in Italia le prime chips con farina di insetti
Prossimo articoloFacebook apre il suo primo negozio fisico (dedicato al metaverso)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.