Dalle solette ortopediche ai sandali “di lusso”, Birkenstock entra nell’impero di Arnault (Lvmh)

4585
Birkenstock
Foto Birkenstock

La storica azienda tedesca di sandali passa sotto il controllo del re del lusso francese Bernard Arnault, fondatore del gruppo Lvmh. I fratelli Birkenstock hanno venduto una quota di maggioranza alla società di private equity L Catterton e a Financière Agache della famiglia Arnault. La cifra non è stata divulgata ma, secondo gli analisti, si aggirerebbe attorno a 4 miliardi di euro. Christian e Alex Birkenstock mantengono una partecipazione in azienda.

L’impresa familiare nata nel 1774

BirkenstockDi certo i loro avi Johann Adam Birkenstock, calzolaio che avviò l’impresa nel 1774, Konrad, che alla fine dell’800 iniziò avendere solette sagomate, o Karl, che portò sul mercato il primo sandalo con plantare flessibile nel 1963, non avrebbero potuto immaginare che le loro calzature dallo stile “essenziale” sarebbero entrate un giorno nell’olimpo del lusso.

Dalle solette ortopediche ai sandali amati dagli hippie, si è passati a collezioni sempre più colorare e collaborazioni con maison che hanno portato le Birkenstock fino alle passerelle della moda.

«Birkenstock è stata fondata quasi 250 anni fa ed è cresciuta fino a diventare uno dei pochi marchi iconici nel settore delle calzature» ha commentato Bernard Arnault. «Supporteremo l’azienda in modo che possa realizzare il suo grande potenziale di crescita».

L’obiettivo infatti è ampliare la presenza in Europa e America, con investimenti in produzione, logistica, e-commerce, e sostenere l’espansione nei mercati emergenti, Cina e India.

“Il 2020 da record”

L’operazione arriva in un momento positivo per l’azienda, che, nell’anno della pandemia «ha ottenuto risultati migliori che mai in 250 anni di storia» si legge in una nota.

Birkenstock non ha ancora comunicato i risultati di questo 2020 da «record», ma già nel 2019 aveva registrato un fatturato (in crescita) di oltre 721 milioni di euro. Oggi l’azienda vende in più di 100 paesi nel mondo e impiega 4.300 dipendenti. È uno dei maggiori datori di lavoro dell’industria calzaturiera tedesca.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.