De’Longhi: 11 milioni di euro per un bonus straordinario ai dipendenti

10005
de'longhi

Anche nell’anno del Covid, nonostante la crisi e le difficoltà per molte imprese, ci sono aziende che decidono di investire parte delle loro risorse nel capitale umano e di premiare i lavoratori. Tra queste, il Gruppo De’Longhi. L’azienda di Treviso, specializzata in piccoli elettrodomestici, ha stanziato 11 milioni di euro per un bonus straordinario agli oltre 10.500 dipendenti e collaboratori in tutto il mondo. Il bonus sarà erogato entro la fine dell’anno.

Le performance del gruppo, che nei primi mesi del 2020 ha realizzato ricavi in crescita del 14,8%, sono «merito dei dipendenti», ha spiegato l’ad Massimo Garavaglia. «Nonostante questo periodo particolarmente difficile, hanno raggiunto con impegno e dedizione obiettivi importanti. In un contesto macro-economico caratterizzato da sfide senza precedenti, l’azienda è profondamente grata al grande sforzo e passione dimostrati dalle nostre persone».

De’Longhi è nata nel 1902. Per anni si occupa della produzione di stufa a legna. Il primo prodotto a marchio è un radiatore a olio, lanciato nel 1974. Poi il gruppo inizia a diversificare e così arrivano il Pinguino per la climatizzazione, le macchine del caffè e i piccoli elettrodomestici per la cucina e la casa. Dal 2001 De’Longhi è quotata in Borsa. Oggi distribuisce i suoi prodotti (anche con i marchi Kenwood, Braun e Ariete) in più di 120 Paesi nel mondo.

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.