Credits: Shutterstock

Condannata a morte per una frode da 27 miliardi di dollari

Di
Redazione Millionaire.it
12 Aprile 2024

Una magnate vietnamita ha depredato una banca per anni nascondendo 4 miliardi di dollari nel suo seminterrato. Uno dei più grandi casi di corruzione della storia.

L’imprenditrice Truong My Lan è stata riconosciuta colpevole di appropriazione indebita, corruzione e violazione delle norme bancarie per il suo ruolo nel furto di 12,5 miliardi di dollari (9,95 miliardi di sterline) dalla Saigon Commercial Bank (SCB), in un caso che ha scioccato il paese e innescato una corsa agli sportelli.

Lan ha sottratto miliardi dalla SCB per oltre un decennio e i pubblici ministeri hanno affermato che i danni totali della frode ammontano ora a 27 miliardi di dollari – equivalenti al 6% del PIL del Vietnam – che le è stato ordinato di restituire. Lan ha negato le accuse, dando invece la colpa ai suoi subordinati.

“Le azioni dell’imputata… hanno eroso la fiducia della gente nella leadership del Partito [Comunista] e dello Stato”, si legge nel verdetto finale, pronunciato dopo un processo di cinque settimane che ha convocato 2.700 persone e ha visto sfilare 104 scatole di prove, per un peso complessivo di sei tonnellate.

Un impero immobiliare

Lan, 67 anni, ha investito prevalentemente i suoi soldi nel settore immobiliare, costruendo un vasto portafoglio di hotel e ristoranti in alcune delle località più ambite del Vietnam.

Tra questi, il Saigon Times Square – uno degli edifici più alti di Ho Chi Minh City – e un hotel a cinque stelle chiamato Sherwood Residence.

In seguito ha organizzato la fusione di tre banche più piccole in un’unica entità, diventata la SCB.

L’accusa nel processo sostiene che abbia poi ottenuto miliardi di dollari in prestiti dalla banca, che di fatto controllava attraverso una complicata rete di società fittizie e prestanome.

Inoltre, si sostiene che abbia ordinato al suo autista di prelevare 4 miliardi di dollari in contanti, che ha tenuto nel suo seminterrato, e che abbia tentato di corrompere gli ispettori con milioni di dollari per far sì che i suoi prestiti non venissero controllati.

Lan è stata arrestata per la prima volta nel 2022. Questo fatto ha scatenato così tanto panico tra i depositanti della SCB da innescare una corsa agli sportelli, costringendo la Banca di Stato del Vietnam a prendere il controllo. Ha inoltre portato a proteste a Ho Chi Minh City e ad Hanoi – un evento relativamente raro nel Paese del sud-est asiatico.

Lan – la cui famiglia ha dichiarato che ricorrerà in appello – appariva provata e stanca durante le udienze in tribunale, ben lontana dalla sua solita immagine glamour.

Nella sua dichiarazione finale della scorsa settimana, Lan ha detto alla corte che “nella mia disperazione, ho pensato alla morte”.

“Sono così arrabbiata di essere stata così stupida da essermi coinvolta in questo ambiente imprenditoriale feroce – il settore bancario – di cui ho poca conoscenza”, ha dichiarato.

Il caso, che si è svolto in un tribunale dell’era coloniale a Ho Chi Minh City, è l’ultimo di una serie di azioni di lotta alla corruzione guidate da Nguyen Phu Trong, segretario generale del Partito Comunista, un ideologo conservatore che considera la dilagante corruzione una minaccia per il comunismo in Vietnam.

Denominata campagna dei “forni ardenti”, l’iniziativa ha già fatto cadere due presidenti e due vicepremier, con 4.400 persone incriminate dal 2021.

Ora a Lan – che da venditrice ambulante è diventata una delle donne più ricche del Vietnam – è stata inflitta una delle pene più severe dall’inizio della repressione.

Secondo gli analisti, è anche un segnale che il partito sta cercando di “riprendere il controllo” del centro commerciale, Ho Chi Minh City.

“Non c’è mai stato un processo farsa del genere, credo, nell’era comunista”, ha dichiarato alla BBC David Brown, un funzionario in pensione del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti con esperienza in Vietnam.

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Federico Rivi

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2024 millionaire.it.