Due italiani tra gli innovatori under 35 scelti dal Mit

0
677
Un laboratorio di ricerca

La rivista americana Mit Technology Review pubblica l’annuale lista degli innovatori under 35. E, tra i giovani più promettenti d’Europa, in grado di cambiare il mondo con le loro idee o le loro imprese, ci sono gli italiani Francesca Santoro e Francesco Gatto. Saranno premiati a Parigi il 4 dicembre. Ecco chi sono.

Francesca Santoro, 32 anni, ingegnere biomedico, dopo un dottorato in Germania e tre anni di lavoro al dipartimento di Chimica della Stanford Univerisity, è tornata in Italia. Lavora all’Istituto italiano di tecnologia a Napoli, alla guida di un gruppo di ricerca internazionale. Mit Technology Review l’ha scelta per il progetto di un cerotto fotovoltaico 3D che rigenera la pelle e accelera la guarigione delle ferite. Francesca Santoro è la prima italiana in assoluto a entrare nella lista Innovators Under 35. Questo dimostra che “in Italia si può fare buona ricerca” – ha commentato la ricercatrice all’Ansa. “Ed è una occasione per dare un po’ di risalto alle persone che tornano e non parlare solo di cervelli in fuga”

Francesco Gatto, 30 anni, è un ingegnere chimico e bioinformatico. Ha studiato a Padova, ma da oggi vive in Svezia. Qui ha fondato l’azienda di diagnostica molecolare Elypta. Il suo obiettivo è prevenire le morti causate da tumori curabili. Come? Individuando la malattia il prima possibile, con test affidabili e non invasivi. La sua biopsia liquida basata sul metabolismo consente di rilevare il tumore in una fase precoce, monitorare le ricadute e prevedere la risposta del paziente ai trattamenti, spiega la rivista americana. Il test è ancora in fase di sviluppo, ma la ricerca ha portato Gatto a collaborare con diversi istituti sanitari con risultati positivi.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.