Facebook allunga la vita, secondo uno studio californiano

0
2647

Secondo una ricerca dell’Università della California, chi usa Facebook ha il 12% di probabilità in meno di morire entro l’anno rispetto a chi non è social.

Un social network può allungare la vita? La risposta è affermativa, secondo una ricerca dell’Università della California pubblicata sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti.

Lo studio

La ricerca, condotta su 12 milioni di californiani (uomini e donne nati tra il 1945 e 1989), dimostra che chi è attivo sui social ha il 12% di probabilità in meno di morire entro l’anno rispetto a chi non li usa.

Incrociando i dati degli utenti Facebook con i registri dei decessi, i ricercatori hanno verificato che i rapporti sociali aumentano l’aspettativa di vita, anche quando i contatti sono solo virtuali. La qualità della vita e l’aspettativa migliorano quando l’uso dei social è “moderato” e complementare alle interazioni personali.

Longevità e relazioni sociali

«L’associazione tra longevità e reti sociali è stata identificata nel 1979 da Lisa Berkman e da allora è stata confermata centinaia di volte», ha spiegato James Fowler, professore all’università di San Diego, tra gli autori dello studio. «Le relazioni sociali sembrano essere un dato predittivo sull’aspettativa di vita così come lo è il fumo, più preciso di quanto non lo siano l’obesità e la mancanza di attività fisica. Quello che stiamo aggiungendo noi è che anche le relazioni online sono associate alla longevità».

Le critiche

Nonostante la validità del metodo sia stata riconosciuta da tre commissioni di revisione universitarie e statali, il New York Times ha sollevato alcuni dubbi sull’imparzialità dell’indagine. Il ricercatore che ha condotto la ricerca, William Hobbs, 29 anni, ha svolto uno stage da Facebook nel 2013. E un altro autore, Moira Burke, ha lavorato a Menlo Park come ricercatore. Hobbs ha negato che ci siano state interferenze.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.