fbpx

Film su Steve Jobs in Italia (e intanto Apple apre un centro sviluppo a Napoli)

Esce in Italia il nuovo film su Steve Jobs, il fondatore della Apple. Diretto dal regista inglese Danny Boyle, la pellicola vede come protagonisti Michael Fassbender (nei panni di Jobs) e Kate Winslet (interpreta Joanna Hoffman, braccio destro di Jobs nel team che ha dato vita alla Apple Computer Macintosh).

Costato 30 milioni di dollari, in America ha incassato solo 16,6 milioni. Un mezzo flop riscattato, tuttavia, dalla buona accoglienza da parte della critica. Il Jobs che appare è lontano dal mito con cui è stato rappresentato: testardo, arrogante, incompatibile con il resto del mondo, è un uomo tormentato del quale vengono mostrate tutte le debolezze: dal difficile rapporto con la figlia, fino al dolore, mai superato, di essere stato abbandonato dai suoi genitori biologici (madre svizzera e papà siriano, fu dato in adozione appena nato):

«La cosa che mi ha affascinato di piu’ – è stato rintracciare il dolore di Steve Jobs. Nell’84 ha già più di 400 milioni di dollari e non riesce a superare di essere stato abbandonato dai genitori biologici, un dolore che si porterà dentro tutta la vita, ecco perché è diventato un maniaco del controllo e ha creato prodotti end-to-end» ha detto all’Ansa Boyle.

film steve jobs 2

Qui il trailer. Millionaire andrà a vederlo e domani lo commenteremo insieme.


L’uscita del film arriva in contemporanea a una bella notizia divulgata ieri da Apple: il primo centro di sviluppo App IOS in Europa verrà realizzato in Italia, a Napoli. L’obiettivo è formare una comunità forte di sviluppatori:

«L’Europa è la patria di alcuni degli sviluppatori più creativi al mondo e siamo entusiasti di aiutare la prossima generazione di imprenditori in Italia ad acquisire le competenze necessarie per avere successo. Il fenomenale successo dell’App Store è una delle forze trainanti dietro gli oltre 1,4 milioni di posti di lavoro che Apple ha creato in Europa e presenta opportunità illimitate per le persone di tutte le età e aziende di ogni dimensione in tutto il continente» ha affermato Tim Cook, CEO di Apple.

Redazione

Le big-tech e la Global minimum tax europea

Le multinazionali non potranno più eludere la tassazione sul reddito prodotto nei Paesi Ue   Dal 1° gennaio 2024 entrerà in vigore la Global minimum

Le aste per chi ha soldi da buttare

Il toast avanzato del cantante e attore Justin Timberlake è stato venduto all’asta su eBay per $ 1.025.   Di recente il modello meccanico di

Cover story: passion economy

Che cosa c’è di meglio che trasformare le proprie passioni in un reddito? È questo il paradigma che si sta delineando e prende il nome

tiktok

La nuova era delle “televendite“

Il colosso cinese TikTok è pronto ad aprire il mercato dello shopping online in America.   Un miliardo di utenti attivi al mese in tutto

Big Tech

La “grande infestazione” delle Big Tech

Apple, Google, Microsoft chiamate sempre più spesso a riparare le falle nei propri programmi Il mese di luglio è appena terminato e, almeno per alcuni

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.