fbpx

Galactica: il big flop di Mark Zuckerberg

Secondo l’AI Galactica, il nuovo progetto di Mark Zuckerberg, mangiare vetro porterebbe benefici alla salute degli esseri umani.

 

Ultimamente quando si sente parlare di Mark Zuckerberg e Meta, tutto gira attorno al metaverso, l’ultima frontiera del web3. In realtà, però, oltre a questo, Zuckerberg sta lavorando anche ad altro, si chiama Galactica ed è un un’intelligenza artificiale che dovrebbe funzionare come una sorta di motore di ricerca enciclopedico.

Il 15 novembre, Meta ha lanciato online la prima demo di Galactica, peccato che l’intelligenza artificiale progettata non ha funzionato come previsto, costringendo il colosso a mettere in pausa il progetto. L’idea era quella di creare una specie di enciclopedia digitale infinita che racchiudesse le informazioni di oltre 106 miliardi di libri di testo e dati scientifici. A soli due giorni dal lancio, però, il team specializzato che si occupava del progetto ha dovuto fermare tutto a causa della diffusione di informazioni scorrette, talvolta considerate fuorvianti.

 

Le ricerche assurde su Galactica

Galactica, secondo quella che era l’idea, doveva essere l’intelligenza artificiale che avrebbe dovuto fornirci una risposta a qualsiasi domanda, senza dover più consultare libri su libri per fare ricerche approfondite. Purtroppo però, si è rivelata l’esatto contrario. Molti l’hanno messa alla prova facendo alcune domande e il risultato è stato disastroso. Un utente, per esempio, ha scoperto che Galactica inventava diverse notizie diffondendo potenziali fake news, come quella sui ricercatori della Stanford University che avrebbero creato un software per trovare persone gay su Facebook. Un altro utente invece è addirittura riuscito a convincere il bot a creare uno studio falso sui benefici del mangiare vetro. Oltre ad essere imprecisa, quindi, Galactica si è dimostrata anche manipolabile.

Michael Black, direttore del Max Planck Institute for Intelligent Systems in Germania, in una conversazione su Twitter, ha sottolineato diversi casi in cui Galactica avrebbe creato false citazioni attribuendole a ricercatori del mondo reale. “Secondo l’intelligenza artificiale, la somma di 2 e 1 non darebbe come risultato 3. È chiaro, quindi che le informazioni mancando di correttezza ed evidenza scientifica, tanto da rendere Galactica pericolosa nella diffusione di contenuti di vario tipo.”

Seppur estremamente innovativa come tecnologia, quella dell’intelligenza artificiale presenta un grande problema. L’AI è una tecnologia che si basa sull’apprendimento, proprio come noi umani, e quindi se non efficientemente istruita, come succede anche a noi, questa può facilmente prendere informazioni false per vere, poiché in deficit delle informazioni necessarie per contrastarle. Software come questi, quindi, non possono essere messi alla portata di tutti senza prima un’approfondita costruzione delle informazioni basilari.

Mark Zuckerberg quindi, continua a incassare sconfitte, mettendo a serio rischio la sua stessa credibilità.

 

BISS, l’azienda biotech italiana innovativa

ChemoMaker il robot che sostituisce i sistemi di vecchia generazione negli ospedali italiani come quello di Genova San martino, Trieste e Cremona   Da Trieste

La nuova direttiva sulla “Case green”

L’ obiettivo dell’unione europea entro il 2030 è di portare tutte le abitazioni presenti in Europa a una classe energetica E   Secondo la bozza

Il mondo delle criptovalute sta cambiando

Quello delle cripto è un settore in costante mutazione, caratterizzato da poca solidità ed estrema volatilità   Il 2023 è iniziato e si vedono già

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

Calo del 35% di investimenti nelle startup

Come era già stato previsto all’inizio del 2022 gli investimenti in startup hanno registrato una forte frenata a livello globale   Secondo i dati appena

Volare a emissione zero ora è possibile

È stato effettuato il primo volo a zero emissioni. Si tratta di ZeroAvia, leader dell’aviazione a emissioni zero, che ha preso il volo con il

Hype ha un nuovo CEO

L’ex PagoPa Giuseppe Virgone guiderà la società verso un nuovo percorso di crescita   Giuseppe Virgone lascia PagoPA e diventa il nuovo CEO di Hype.

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.