Google sfida le università: “laurea” in 6 mesi a poche centinaia di dollari

8992
google alphabet
Foto Google

Il colosso di Mountain View lancia la sua alternativa ai tradizionali, e dispendiosi (almeno negli Stati Uniti), corsi di laurea: formazione online e low cost in ambito digital. Percorsi brevi, di appena sei mesi, al costo di poche centinaia di dollari. Si chiamano Google Career Certificates. L’obiettivo: aiutare «milioni di persone», come si legge sul sito Grow with Google, a sviluppare competenze digitali e trovare un lavoro ben pagato. Non si tratta di una vera e propria università, ma Google considererà i nuovi Certificates «come l’equivalente di una laurea quadriennale per i ruoli correlati».

Tre i percorsi di formazione proposti, oltre all’IT Support Specialist già attivo dal 2018, per Data Analyst, Project Manager e UX Designer. Saranno disponibili nei prossimi mesi sulla piattaforma Coursera, solo per i cittadini americani.

«I diplomi universitari sono fuori dalla portata di molti americani e non dovrebbero essere necessari per raggiungere la sicurezza economica» ha spiegato Kent Walker, SVP of Global Affairs di Google, annunciando i nuovi corsi. «Servono soluzioni nuove e accessibili, dai programmi professionali avanzati all’istruzione online, per aiutare l’America a riprendersi».

Il costo dei Career Certificates potrebbe aggirarsi attorno ai 300 dollari. Google finanzierà 100mila borse di studio. L’azienda offrirà ai partecipanti diverse opportunità di apprendistato e li metterà poi in contatto con i potenziali datori di lavoro.

Secondo i dati diffusi da Big G, quasi due terzi di tutti i nuovi posti di lavoro creati dal 2010 ad oggi richiedono competenze digitali di alto o medio livello. «Questo rappresenta una sfida per molte persone in cerca di lavoro», sottolinea Walker, «e per sostenere la crescita futura».

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteArriva a Roma la super scuola per imparare il coding. Riccardo Zacconi, Mr Candy Crush «Cerco 150 cervelli da lanciare nel mondo digitale. Lo faccio per l’Italia»
Prossimo articoloEcco come “vendere senza vendere”. Le strategie di Oren Klaff

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.