I giovani innovatori alla Camera dei deputati

0
636
angi innovatori

È stato lanciato ieri a Roma il primo tavolo tecnico sull’innovazione, da Angi, l’Associazione nazionale giovani innnovatori, per riunire imprese, istituzioni e protagonisti del cambiamento attorno ai temi dell’Ict. Si parte con “5G, telecomunicazione e cybersicurezza”. Ma sono tante le sfide che il Paese deve affrontare per restare al passo e trovare soluzioni per la crescita. Tanti gli appuntamenti già in programma.

«Diamo il via al primo di una serie di tavoli tecnici che toccheranno di volta in volta argomenti in linea con l’agenda parlamentare e di governo e soprattutto di grande attualità» ha detto Gabriele Ferreri, presidente dell’associazione no profit. «Proponiamo un tavolo che sia il più inclusivo possibile e aperto a partnership in grado di creare un dialogo che dia ascolto ai giovani».

All’incontro di ieri hanno partecipato i rappresentanti di diverse aziende, tra cui Nokia, Intel, Samsung Electronics, Iliad, Linkem, Hewlett Packard Enterprise. E poi giovani innovatori, istituzioni e università.

Al termine di ogni appuntamento, Angi diffonderà un documento con i punti rilevanti emersi dal confronto. Così da trarre spunto «per possibili interventi futuri in ambito legislativo» spiega Ferreri.

«Le smart city, ad esempio, sono le piattaforme chiave sulle quali si testerà la portata innovativa del 5G. Ma spesso i piani di realizzazione procedono lentamente a causa della difficoltà di coordinare tutti gli attori coinvolti». Siamo ancora indietro anche sulla cybersecurity. Un problema da non sottovalutare, considerando la frequenza degli attacchi hacker e la minaccia continua per la privacy e la sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.