Instagram: raggiunge la luna e 150 milioni di utenti

1
1626

È festa in Casa Instagram. L’App di photosharing più diffusa al mondo ha toccato in questi giorni la cifra record di 150 milioni di utenti attivi ogni mese.

Numeri che non hanno sorpreso i cofondatori dell’idea, gli under 30 imprenditori del Web Kevin Systrom e Mike Krieger, i quali, dal giorno della fortunata intuizione, hanno raggiunto record su record.

Da quel 6 ottobre 2010, l’anno in cui i due ragazzi, compagni all’università di Stanford, rilasciavano l’App sullo store di Apple.

In soli due mesi (dicembre dello stesso anno) Instagram batteva il suo primo traguardo: 1 milione di utenti. Ma era solo il segnale di un’ascesa che ha pochi eguali nella storia dell’imprenditoria sul Web.

Visto il successo dell’App, Kevin e Mike si davano da fare per arricchire l’idea di funzionalità sempre di maggiore appeal: il gennaio 2011 è una tappa fondamentale nella crescita del progetto con l’inserimento dei tag per facilitare la condivisione di interessi e passioni.

Miglioramenti che portavano subito profitto: nell’estate dello stesso anno Instagram toccava quota 10 milioni di utenti con la cifra spaventosa di 100 milioni di foto caricate da tutto il mondo.

Tuttavia, l’anno decisivo sarebbe stato il 2012: con il rilascio dell’App su Android e, soprattutto, l’entrata in scena di Mark Zuckerberg che acquistava l’App per l’incredibile cifra di 1 milione di dollari.

Ed è proprio l’integrazione tra Facebook e Instagram, secondo gli esperti, ad avere dato la spinta decisiva che ha portato Instagram sulla luna.

Sulla luna, in senso letterale, come dimostrano le foto che la Nasa ha scattato per il suo profilo Instagram ufficiale.

141139850-8b0192f2-9a94-499c-bf8a-b26a13daa9e9 - Copia

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. “in scena di Mark Zuckerberg che acquistava l’App per l’incredibile cifra di 1 milione di dollari”

    E’ da correggere. Un Miliardo non un Milione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.