Jay-Z è il primo rapper miliardario della storia

0
863
jay-z
Foto di Rich Thane da Flickr

Una vita rocambolesca, iniziata nei bassifondi di New York, tra povertà, droga e pistole, e un’ascesa incredibile che ha portato Shawn Corey Carter, in arte Jay-Z, ad essere il primo rapper miliardario della storia. La rivista americana Forbes ha calcolato che a tanto ammonta la sua fortuna, un miliardo, che deriva dall’attività di Jay-Z come rapper, imprenditore, produttore discografico, procuratore sportivo e investitore. Il marito di Beyoncé ha partecipazioni in diversi settori, dall’abbigliamento alla ristorazione. Per fare qualche esempio: la squadra di basket 40/40 Clubs, i ristoranti The Spotted Pig e Buffalo Boss, l’agenzia di marketing Translation. Fino a Tidal, il portale di musica in streaming con cui Jay-Z ha sfidato Spotify.

Da zero a miliardario

Nato nel 1969, cresce nel quartiere di Bedford-Stuyvesant, a Brooklyn. «Nella zona delle case popolari di Marcy gli adolescenti indossavano le pistole con la stessa facilità con cui si infilavano un paio di scarpe da ginnastica» ha raccontato Jay-Z nella sua autobiografia Decoded (Random House). Il padre ha lasciato la famiglia quando lui aveva 10 anni. Nelle stesse strade dove si aggira, tra risse e coltelli, cominciano a serpeggiare i primi rap. Ma mentre un amico gli insegna a fare le rime, un altro lo introduce al mercato della droga. Jay-Z lascia la scuola e, a 15 anni, inizia a spacciare. L’occasione per fare musica gli arriva dall’incontro con un giovane imprenditore, Damon Dash. Insieme fondano l’etichetta Roc A Fella Records per ricordare Rockfeller, il primo miliardario del mondo. Vi abbiamo raccontato qui la sua storia.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.