fbpx

Kylie Jenner sarà presto la più giovane miliardaria self-made (al posto di Zuckerberg)

Il più giovane imprenditore ad aver raggiunto un patrimonio miliardario finora è stato Mark Zuckerberg, che, grazie a Facebook, è arrivato a tanta ricchezza a soli 23 anni, nel 2008. Bill Gates aveva raggiunto lo stesso traguardo dopo i 30, nell’87. C’è una 20enne però che potrebbe prendere il posto di Zuck, secondo Forbes. È Kylie Jenner, sorella di Kim Kardashian, fondatrice e unica proprietaria del brand di cosmetici Kylie Cosmetics.

Già lo scorso anno la rivista americana l’aveva inserita nella classifica dei 30 under 30 più influenti del pianeta, nella categoria Retail e e-commerce. Adesso la giovane imprenditrice è tra le self-made women più ricche d’America, al 27esimo posto, con un patrimonio netto di 900 milioni di dollari. Il passo verso il miliardo è breve.

L’era dei 20enni miliardari grazie ai social

Kylie, 21 anni ad agosto, è la più giovane della famiglia Kardashian-Jenner, ed è già la più ricca. In tre anni ha costruito un impero del make up, sfruttando la sua enorme popolarità sui social. Solo su Instagram ha 110 milioni di follower. Ed ha profili (personali e aziendali) seguitissimi anche su Snapchat, Twitter, Facebook. I suoi trucchi in edizione limitata fanno il tutto esaurito: nel 2016 una sua linea di prodotti ha incassato 19 milioni di dollari in 24 ore. Oltre alle vendite, constribuiscono ai guadagni di Kylie anche le apparizioni in tv (primo fra tutti il reality Keeping Up with the Kardashians) e gli sponsor.

Forbes definisce la Kylie Cosmetics una “startup ultraleggera”. Perché quasi tutto, dalla produzione alle spedizioni, è affidato a terzi. Esclusi i costi generali e di marketing, il resto è profitto per Kylie. “Il suo impero da quasi un miliardo di dollari consiste in soli sette impiegati a tempo pieno e cinque part-time”.

Insomma nell’era dei social non stupisce che i più giovani miliardari del pianeta, siano proprio chi i social li ha creati (come Zuckerberg o il fondatore di Snapchat Evan Spiegel) o li ha saputi sfruttare per conquistare clienti.

Youtube: un lavoro a tempo pieno

Come diventare ricco facendo lo YouTuber. Tutto dipende dallo stipendio medio del Paese dove vivi   Quanti giovani pensano di poter diventare ricchi facendo video

Le big-tech e la Global minimum tax europea

Le multinazionali non potranno più eludere la tassazione sul reddito prodotto nei Paesi Ue   Dal 1° gennaio 2024 entrerà in vigore la Global minimum

GEM investe 100 milioni di dollari in events.com

La chiusura di questo round permetterà l’ulteriore espansione del gruppo   Il leader della tecnologia per eventi Events.com ha annunciato un nuovo round di capitale

Il rinnovato successo del sigaro Toscano

Artigianalità e Made in Italy, la ricetta vincente   Quasi 20 milioni di euro per garantire il Made in Italy del sigaro Toscano. L’accordo è

Greta Thunberg: LOL

La risposta che tutti avremmo voluto dare al tweet di Andrew Tate   Greta Thunberg fa parlare ancora. Tutto ha inizio con un tweet di

Gli eSports come canale per la Gen Z

Nell’era del multiplayer gli eSports hanno preso piede tra giocatori e spettatori. All’interno di questo nuovo scenario, quali sono le opportunità per i brand nel

La piattaforma digitale degli influencer

Influenceritalia.it offre la migliore collaborazione per le Pmi   Selezionare il miglior influencer per aziende di qualsiasi dimensione. È lo scopo di Influenceritalia.it, piattaforma tech

Dio il creatore (di contenuti)

Dio è online. Chi è, chi non è, che lavoro fa il Creatore (di contenuti, oltre 1 milione di followers sui social) da 11 anni

La maxitruffa degli influencer finanziari

Derubati circa 1 milione e mezzo di follower per una somma totale di cento milioni di dollari.   Dopo l’era delle pubblicità ingannevoli è arrivato

Andrea Iervolino: intervista esclusiva

«Spendi tempo online? E io ti pago». Andrea Iervolino, imprenditore dirompente, spiega l’idea del suo rivoluzionario social TaTaTu, che remunera gli utenti. E racconta gli

L’Italia va pazza per Internet

Trascorriamo più di 30 anni della nostra vita online.   Detta così fa davvero spavento, ma è quello che emerge da una nuova indagine di

Multa da 2 milioni di dollari per Clubhouse

Il social delle chat vocali pecca di privacy. Richiesta la regolamentazione immediata sulla gestione dei dati della piattaforma   Non sembra esserci pace nel costante

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.