fbpx
sardexpay

La fintech sarda che vuole innovare l’economia con una moneta virtuale e la forza della community

Una nuova economia basata sulla forza della comunità: è il sogno che ha portato nel 2009 cinque giovani neolaureati a creare Sardex, una moneta virtuale made in Sardegna che permette alle aziende di scambiare beni e servizi, finanziare nuove attività e far crescere le idee. Negli anni la loro impresa è arrivata in 15 regioni: oltre 10mila conti aperti, transazioni per 120 milioni di euro (solo nel 2020), iscritti in crescita del 73%. Anche all’estero il “fenomeno Sardex” ha attirato l’interesse di media e studiosi, dal Financial Times alla London School of Economics. Ora l’obiettivo è far crescere la community in tutta Italia. Per farlo SardexPay ha appena lanciato una campagna di equity crowdfunding su BacktoWork24.com. Chiunque può investire nella fintech. Il target di raccolta va da 600mila a 2,5 milioni di euro.

«Da sempre abbiamo scelto di essere vicini agli imprenditori che hanno condiviso il nostro modello. Con l’operazione di crowdfunding vogliamo ampliare ancora di più questo senso di partecipazione delle persone ad un nuovo modello di economia» spiega Gabriele Littera, co-founder di SardexPay.

«Abbiamo pensato di innovare nella finanza, ambito in cui sembra sempre difficile cambiare le cose. Non volevamo però cambiamenti solo di forma, per esempio relativi ai metodi di pagamento, ma di sostanza. Volevamo trovare il modo di far avere alle aziende ciò di cui c’era più bisogno: il credito» aveva raccontato tempo fa a Millionaire.

SardexPay infatti sostiene le Pmi senza intaccare la liquidità in euro. Permette alle imprese di ottenere linee di credito a tasso zero. E di coinvolgere i dipendenti con programmi di welfare aziendale e i consumatori con operazioni di cashback.

I precedenti investitori (CDP Venture Capital SGR, Primomiglio SGR e Fondazione di Sardegna) sosterranno la campagna di equity crowdfunding. Convertiranno in capitale un prestito obbligazionario da 2,4 milioni versato nel 2020.

«Abbiamo dimostrato quanti benefici può garantire la nostra proposta all’economia reale» ha detto l’ad Marco De Guzzis. «Con la campagna avremo la possibilità di svilupparci e moltiplicare il nostro impatto a favore delle Pmi italiane».

 

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

Hype ha un nuovo CEO

L’ex PagoPa Giuseppe Virgone guiderà la società verso un nuovo percorso di crescita   Giuseppe Virgone lascia PagoPA e diventa il nuovo CEO di Hype.

Apis Partners investe nel soonicorn Money View

Con il supporto dell’ ‘italiana’ Apis Partners, la fintech indiana punta al raggiungimento dello status di unicorno   Apis Partners, private equity, con sede a

Quotidiana: l’oasi di Quartiere

Un progetto ambizioso e innovativo mira a rilanciare le edicole. Il tutto attraverso un’ampia offerta di servizi e un restyling a 360 gradi.   Una

L’App per le economie locali

Toonie è un sistema completo di pagamento attraverso il quale i commercianti possono proporsi, farsi trovare e conoscere dai clienti in modo semplice e veloce.

Tech-idee dietro i regali online

Natale, San Valentino, Festa della mamma. Ma anche lauree e compleanni. Ecco gli imprenditori che hanno creato soluzioni tecnologiche che facilitano scelta e consegna.  

Italia 2022: l’anno delle startup & scaleup

È stato un anno difficile per la crescita economica, ma nonostante il freno posto dalla crisi ucraina, alcuni settori sono riusciti comunque a mantenere alta

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.