«La vita richiede di fare delle scelte. E ritrovare ogni volta un equilibrio»

2518
valentina longo scelte

Da luglio 2021, direttore vendite di Perfetti Van Melle Italy (il produttore di gomme e caramelle con marchi come Golia, Chupa Chups, Vigorsol, Mentos, Brooklyn…) è Valentina Longo, 50 anni. Dopo 7 anni di esperienza in azienda, ora guida una squadra di circa 1.000 persone. È la prima volta in cui, in questa azienda, una donna ricopre questa posizione. Una donna che è anche una mamma di 4 figli, dagli 11 ai 21 anni.

Come ci è riuscita? «Non mollando mai e avendo chiaro, fin da ragazza, dove volevo arrivare. Certo, non avevo chiaro questo ruolo in particolare, ma sapevo che volevo crescere all’interno di una multinazionale e lavorare in ambito commerciale».

A darle l’esempio è, in famiglia, la presenza del padre, dirigente nel settore dei beni industriali. «Lui mi raccontava con entusiasmo della vita in azienda e dei suoi viaggi di lavoro, creando così un’immagine a cui tendere. Dopo la maturità, mi iscrivo in Bocconi. La mia specializzazione: Economia delle aziende commerciali. Ho iniziato sul campo: 3 anni in giro per l’Italia (Bari, Roma, Monza, Firenze) come capo area commerciale per Rinascente. È un periodo anche entusiasmante, con tutti i vantaggi dello stare fuori casa e sentirsi anche un po’ in vacanza. Nel frattempo, però, ho già incontrato quello che diventerà il mio compagno, Francesco. E ho voglia di tornare a casa, a Milano, per costruire qualcosa con lui». Così Valentina rientra e cambia azienda. Va alla Plasmon, dove resta dai 27 ai 43 anni.

«Ogni gravidanza, coincide con un cambiamento lavorativo. Dopo 15 giorni dalla nascita della mia primogenita, in azienda mi chiedono “Quando torni?”. A stento, faccio il periodo di astensione obbligatoria. La prova più impegnativa coincide con l’arriva della secondogenita, a cui viene diagnosticata la sindrome di Down. Confesso che rientrare nella routine lavorativa mi ha permesso di riassaporare una sensazione di normalità».

Arrivano altri due figli, le incombenze si moltiplicano. E gli sforzi per far quadrare tutto diventano ancora più grandi. Ma a fianco Valentina ha un uomo che, a un certo punto, decide di prendersi in carico la gestione dei ragazzi. «Se si vuole mantenere intatta una famiglia così numerosa ed eterogenea, è necessario che qualcuno, padre o madre che sia, faccia delle rinunce. O, almeno, questa è la nostra esperienza». Lavorativamente, di rinunce Valentina non ne fa. Sperimenta nuove posizioni e nuovi ambiti («Il trade marketing, aspetto fondamentale per avere una formazione completa nelle vendite»).

Nel 2013 la sua azienda viene acquisita da un fondo brasiliano. Cambia la mentalità, Valentina si sente un po’ stretta, ha ambizioni diverse. Così passa a Perfetti, prima come Sales manager Gdo e adesso come direttore vendite.

«Mi piace avere obiettivi e raggiungerli. Con il tempo, ho acquisito maggiore consapevolezza di ciò che sono. Sono brava? Sì, l’ho dimostrato. Sono apprezzata? Sì. E allora posso anche godermi la quotidianità senza mettermi sempre in discussione. Per anni, sul lavoro, ho vissuto come se fossi un uomo, con gli stessi atteggiamenti. Poi ho imparato a mettere in campo anche altri comportamenti: sono diventata più aperta, più empatica, più capace di leggere le situazioni e comprendere le donne e le loro esigenze».

I suoi consigli alle ragazze? «La vita richiede di fare delle scelte, all’interno delle quali trovare un equilibrio. Perché a ogni sì che dici, corrisponde la rinuncia a qualcos’altro. Io 20 anni fa ho dovuto fare scelte sofferte per non perdere opportunità in ambito lavorativo. Oggi è più facile essere donna in azienda, ci sono maggiori opportunità di conciliare esigenze familiari e lavorative, grazie a una cultura aziendale che si è evoluta».

Tratto dall’articolo “Leadership gentile. Storie di intraprendenza al femminile” pubblicato su Millionaire di novembre 2021. 

donne imprenditrici
L’apertura dell’articolo pubblicato su Millionaire di novembre 2021
Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteRichard Branson apre le prenotazioni per i viaggi nello spazio. I primi voli nel 2022
Prossimo articoloArriva l’assistente virtuale che risponde alle email: l’idea di una startup italiana

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.