Large Ventures: il primo fondo per startup in late stage

773

150 milioni di euro per round di serie B e C. L’obiettivo: raccogliere 700 milioni complessivi.

 

Debutta Large Ventures, il primo fondo di investimenti dedicati alle startup in fase matura, le cosiddette late stage. A differenza dei fondi dedicati alle startup early stage, che scommettono sul futuro di aziende nate da poco, ma con alto potenziale di crescita, il fondo di Large Ventures si dedica a quelle startup già strutturate che si stanno preparando ad affrontare un salto dimensionale su scala internazionale e che hanno necessità di capitali di entità significativa.

Questa modalità di startup può essere già stata partecipata da altri fondi in fase early stage, o semplicemente essere cresciuta in organico con fondi propri e voler effettuare un salto di qualità per espandere il proprio mercato. L’obiettivo è quello di sostenere la crescita dei prossimi campioni dell’innovazione e ridurre il gap dimensionale rispetto agli altri principali Paesi europei, che già presentano strumenti di questo genere.

L’entusiasmo esploso nei confronti delle startup in Italia purtroppo, ha rischiato di oscurare le realtà che invece hanno alle spalle più anni di vita e che magari non hanno avuto una crescita esponenziale, come generalmente ci si aspetta da una startup early stage sostenuta da private equity.

Questo fino a oggi, ha rappresentato un forte gap per il nostro Paese, che conta circa il 95% di Pmi tra le imprese totali presenti sul territorio. Imprese che nel tempo possono aver avuto una crescita stabile, ma che vorrebbero fare il grande salto solo dopo alcuni anni di attività.

 

Caratteristiche e obiettivi di Large Ventures

Il fondo Large Ventures parte con un capitale di 150 milioni di euro, sottoscritto dallo stesso Cdp Equity con il co-investimento da 50 milioni del fondo di co-investimento, istituito nel 2019 e sottoscritto interamente dal Ministero delle imprese e del Made in Italy. L’obiettivo del fondo di investimenti è quello di arrivare a una raccolta complessiva di 700 milioni. Quello del Cdp Ventures si tratta di un’operazione in linea con quanto previsto dal “Piano Strategico 2022-2024″ del Gruppo Cdp, che persegue l’obiettivo di favorire l’innovazione e consolidare lo sviluppo del tessuto industriale nazionale grazie alla crescita del venture capital.

Large Ventures è un fondo di tipo generalista e opererà con ticket minimi da 10 milioni di euro in round di raccolta di Serie B o C di valore superiore a 20 milioni, sempre in co-investimento con altri soggetti. L’idea, quindi, è quella di affermarsi come catalizzatore di operazioni di dimensioni rilevanti, per attrarre sul mercato italiane anche capitali internazionali. Ma non è tutto qui, infatti la strategia prevede anche la partecipazione in round di serie A in settori come il deeptech e biotech.

Con questo nuovo strumento d’investimento, Cdp Venture Capital, che opera sul mercato attraverso 10 fondi di investimento focalizzati in tutte le fasi del ciclo di vita delle startup, arriva a completare anche l’ultimo segmento, quello caratterizzato da startup che si trovano in una fase di maggiore maturità.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteCreare un’azienda 100% remote working è possibile
Prossimo articoloMarco Pavone, nel cuore delle big tech tra business e ricerca