Lascia Wall Street per sfamare i senzatetto

3548

«Avevo il lavoro che sognavo da sempre. Eppure l’ho lasciato» scrive Mason Wartman, 27enne americano in un post sul suo profilo LinkedIn (http://linkd.in/1xjBZT5).

Studi al Babson College di Boston, uno dei più prestigiosi al mondo, Mason trova lavoro come analista finanziario a Wall Street. Inizia a guadagnare tanto. La sua carriera sembra già segnata. Eppure a 25 anni, decide di lasciare tutto, trasferirsi a Philadelphia per aprire una pizzeria: «Mi sono chiesto perché dovrei lasciare tutto questo? Avevo dei colleghi che mi ammiravano, guadagnavo tanto. Ma sentivo che dentro mancava qualcosa. Ho parlato con le persone che facevano il mio lavoro, tutti avevano vite soddisfacenti. Appunto, soddisfacenti. Nessuno mi diceva di essere felice. Ho capito che avrei fatto anch’io la stessa fine. Avevo bisogno di cambiare» scrive Mason su LinkedIn.

10991128_810342674770_406081224296710434_n

Allora, decide di mettersi in proprio, prende i soldi che ha guadagnato, compra un locale, si trasferisce a casa dei suoi, per ottimizzare le spese. E in otto mesi apre Rosa’s Fresh Pizza, e diventa una delle pizzerie più frequentate del posto. Come? Grazie al suo singolare modello di business: «L’idea è di vendere fette di pizza a un dollaro così che anche i senzatetto, che sono tanti a Philadelphia, possono sfamarsi. In più, la gente può comprare un pezzo di pizza in più e donarlo a chi ne ha bisogno. Se lo fa, scrive un post-it con una frase e lo postiamo sulle mura del locale. Il senzatetto raccoglie il post-it, viene alla cassa e può avere il suo pezzo di pizza gratis». Una versione riveduta del caffè sospeso napoletano.

In un anno la sua pizzeria, ha regalato 11mila fette di pizza e offre da mangiare a 50 senzatetto al giorno. Mason è diventato una celebrità nel mondo, recentemente invitato a Ellen Show (guarda il video in basso) uno dei più seguiti programmi americani: «Oggi lavoro al dalle 8:30 fino alle 8 di sera. Non conoscevo nulla su come gestire una pizzeria, sto imparando sul campo. Faccio business, aiuto la comunità che apprezza la mia iniziativa. E soprattutto, sono felice».

Molti dei senzatetto lasciano dei post-it di ringraziamento, come D. che dice che grazie all’attività di Mason è riuscito a ricostruirsi una vita. Oggi ha un lavoro e ha lasciato la strada.

foto 3

Modello replicabile? «Senz’altro. L’idea può essere applicata a tante aree. Se le grandi catene di fast food, o anche piccole attività come la mia, replicassero il modello, farebbero del bene, guadagnerebbero di più e avrebbero clienti più felici e soddisfatti» scrive Mason.

Come si fa a trovare la forza di cambiare vita? «Prima di fare questa scelta mi sono confrontato con alcuni dei miei colleghi. Uno di loro mi ha detto: “Ci sono due momenti in cui una persona può prendersi dei rischi: quando è molto giovane e non ha troppe responsabilità, o quando è più in là negli anni, e ha adempiuto ai suoi obblighi verso la famiglia e i figli”. Quello che posso dire a chi si trova in una posizione come la mia, di guardare le persone che fanno il loro stesso lavoro, i colleghi più anziani. Se non è così che vuoi diventare, come loro intendo, allora inizia qualcosa di nuovo. Concentrati e, soprattutto, persisti, non mollare. Il tempo ti darà ragione. E sarai felice di averci almeno provato» conclude Mason.

INFO: https://www.facebook.com/RosasFreshPizza

https://www.facebook.com/mason.wartman

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteSei pronto a partire? Scoprilo con il nostro test!
Prossimo articolo35mila euro per studiare in Silicon Valley: l’iniziativa di RDS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.