Lascio la Borsa per costruire eco villaggi

0
1085

Ho lasciato le comodità per vivere nella natura, imparando la pazienza e il senso di pace. Fatelo anche voi».

Filippo Bozotti, milanese, 32 anni, è un ex broker, con alle spalle una laurea in Economia all’Università di Boston. Dal 2006 ha abbandonato la Borsa e rivoluzionato la sua vita. Oggi gira il mondo e crea villaggi a scarso impatto ambientale per rilanciare l’economia dei Paesi in via di sviluppo.

Per farlo ha dato vita a una Ong Tribewanted:

In sostanza, ci occupiamo di cercare luoghi meravigliosi, ma ancora non sfruttati dal turismo, per costruire villaggi sostenibili dal punto di vista ambientale, sociale ed economico».

Tribewanted conta oggi circa 10mila membri. Agiscono solo dopo un dialogo con le popolazioni locali per misurare la loro disponibilità a collaborare e a prendere in gestione i villaggi.

Bozotti ci racconta qual è l’impatto ecologico delle loro costruzioni:

Usiamo il 2% dell’acqua considerata normale fabbisogno occidentale, percentuale che per l’energia è il 3%. Sfruttiamo l’energia rinnovabile. Ricicliamo i nostri rifiuti, scegliamo solo cibo a km zero e piantiamo alberi».

Ad oggi la Ong ha all’attivo tre villaggi intorno al mondo: a Vorovoro nelle isole Fiji, a John Obey Beach in Sierra Leone, e in Italia a Monestevole (Pg).

Per realizzare il progetto Bozotti ha abbandonato una vita confortevole a New York, gli amici e la famiglia, ma è felice:

Ora vivo in posti stupendi, guardo il tramonto tutti i giorni, la notte contemplo le stelle e le lucciole. E penso a ciò che diceva Gandhi: “Devi essere il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”».

INFO: http://www.tribewanted.com/

L’intervista completa a Filippo Bozotti di Maria Spezia è stata pubblicata su Millionaire di gennaio 2013.

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.