fbpx
influencer

Micro influencer? Macro successo delle aziende

Creare una campagna di micro-influencer marketing può rivelarsi la scelta giusta per le aziende. Ecco i consigli di Laura Ruggiero, digital marketer e social media specialist.

Le aziende investono sempre di più sull’influencer marketing per raggiungere pubblici sempre meno recettivi alle tradizionali leve di comunicazione e ai soliti post in advertising. E se fino a qualche anno fa, questa nuova strategia di marketing non era accessibile a piccole e medie imprese, a causa dei costi elevati dei mega e macro influencer, oggi lo è grazie ai costi più contenuti dei micro-influencer, che godendo di forte autorevolezza sulle loro community, permettono di ottenere ottimi risultati.

I brand stanno sempre più comprendendo che bisogna puntare su un pubblico interessato e stanno imparando a guardare non al solo numero di follower di un influencer, ma alla sua capacità di coinvolgere efficacemente il proprio pubblico. Le campagne di micro-influencer marketing diventano così per molte imprese il modo più veloce ed efficace per attrarre e coinvolgere nuovi utenti, passando attraverso la fiducia che questi ripongono nei loro micro-influencer preferiti.

Perché scegliere micro-influencer per promuovere la nostra azienda?
  • Per la forte autorevolezza che hanno presso la loro community.
  • Per la creatività e l’originalità dei contenuti che producono.
  • I costi accessibili.
  • Per la grande credibilità che hanno, su specifiche nicchie di settore.

Ma per pianificare strategicamente le azioni con i content creator è fondamentale avere le giuste competenze o affidarsi ad agenzie e professionisti specializzati in influencer marketing, per non incorrere in errori, che potrebbero minare il successo della campagna.

Quali sono gli errori più comuni da evitare?
  • Non porre obiettivi chiari e irrealistici.
  • Scegliere influencer non idonei alla nostra campagna o ancor peggio, alla vision del nostro brand.
  • Basarsi su metriche inutili per il raggiungimento dell’obiettivo stabilito.
  • Non dare il giusto peso all’esperienza creativa che dovranno veicolare gli influencer scelti.
  • Non lasciare spazio alla creatività dei micro-influencer, cambiando totalmente il modo in cui si esprimono, di conseguenza non rendendoli più riconoscibili e onesti, agli occhi della loro community.
Perché creare una campagna di micro-influencer marketing può rivelarsi la scelta giusta?

Per comunicare il proprio brand in modo efficace a un pubblico mirato, ottenendo risultati concreti.

di Laura Ruggiero

Pubblicato su Millionaire di dicembre-gennaio 2021.

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

sneakers

Sneakers: il nuovo oro delle calzature

Un fenomeno cresciuto negli anni che ha dato vita a speculazioni con margini e prezzi alle stelle   Quelle che fino a un paio di

Il rinnovato successo del sigaro Toscano

Artigianalità e Made in Italy, la ricetta vincente   Quasi 20 milioni di euro per garantire il Made in Italy del sigaro Toscano. L’accordo è

La piattaforma digitale degli influencer

Influenceritalia.it offre la migliore collaborazione per le Pmi   Selezionare il miglior influencer per aziende di qualsiasi dimensione. È lo scopo di Influenceritalia.it, piattaforma tech

Dio il creatore (di contenuti)

Dio è online. Chi è, chi non è, che lavoro fa il Creatore (di contenuti, oltre 1 milione di followers sui social) da 11 anni

La maxitruffa degli influencer finanziari

Derubati circa 1 milione e mezzo di follower per una somma totale di cento milioni di dollari.   Dopo l’era delle pubblicità ingannevoli è arrivato

Multa da 2 milioni di dollari per Clubhouse

Il social delle chat vocali pecca di privacy. Richiesta la regolamentazione immediata sulla gestione dei dati della piattaforma   Non sembra esserci pace nel costante

Almacreativa: “idee senza tempo”

Scovare sempre una storia, un modo di raccontare unico, un pizzico di colore e tanto coraggio. Ecco le caratteristiche di Alma, agenzia digital creata dal

eSports, universo in fermento

Un settore in netta crescita e un mondo da scoprire, non solo da parte di appassionati, ma anche da parte degli addetti ai lavori che,

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.