Microsoft punta sui videogiochi e compra Activision Blizzard per oltre 68 miliardi di dollari

2569
nadella microsoft
© Microsoft - Satya Nadella

«Oggi il gioco è la categoria più dinamica ed eccitante dell’intrattenimento su tutte le piattaforme e giocherà un ruolo chiave nello sviluppo delle piattaforme del metaverso» ha detto Satya Nadella, presidente e Ceo di Microsoft, annunciando l’acquisizione di Activision Blizzard. L’azienda di Redmond comprerà la società dei videogiochi per 68,7 miliardi di dollari.

«Stiamo investendo molto in contenuti di alto livello , community e cloud per inaugurare una nuova era del gioco, che metta giocatori e creatori al primo posto e renda il gioco sicuro, inclusivo e accessibile a tutti» ha aggiunto Nadella.

Un grosso colpo per Microsoft, che si appresta così a diventare, il terzo player mondiale del settore gaming, dopo la cinese Tencent e la giapponese Sony. Un settore enorme e in rapida crescita, con oltre tre miliardi di giocatori attivi in tutto il mondo.

microsoft Activision BlizzardActivision Blizzard, quasi 10mila dipendenti nel mondo, è leader nello sviluppo di videogiochi e publisher di contenuti di intrattenimento interattivo. Qualche titolo? Call of Duty, Warcraft, Diablo, Overwatch, Candy Crush. Sì, anche il popolare gioco delle caramelle inventato 10 anni fa dall’italiano Riccardo Zacconi oggi rientra nel portfolio di Activision. Che nel 2016 ha acquistato King per 5,9 miliardi di dollari.

L’acquisizione di Microsoft include gli studios di Activision, Blizzard e King e le attività di eSport della Major League Gaming. Bobby Kotick continuerà a ricoprire il ruolo di Ceo di Activision Blizzard.

Microsoft acquisirà l’azienda per 95 dollari per azione. L’operazione le permetterà di accelerare la crescita del business su dispositivi mobile, pc, console e cloud. «Insieme costruiremo un futuro in cui le persone possono giocare ai giochi che vogliono, praticamente ovunque vogliano» ha sottolineato Phil Spencer, Ceo di Microsoft Gaming.

L’operazione è stata già approvata dai cda di entrambe le società. L’accordo dovrebbe concludersi entro l’anno fiscale 2023.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.