Milano, cantiere del benessere: un progetto ambizioso per la città

Di
Redazione Millionaire.it
27 Febbraio 2024

L’aria di Milano e della Pianura Padana è tra le più inquinate al mondo. Ma nonostante questo si respira aria di cambiamento e voglia di benessere grazie a un progetto innovativo che sta prendendo forma: Milano Wellness City 2030. L’ambizioso obiettivo è quello di trasformare Milano nella prima città del benessere in Italia entro il 2030, un modello di riferimento per l’intera nazione e un esempio di come la salute e la qualità della vita possano essere integrate a pieno titolo nello sviluppo urbano.

L’ideatore del progetto, Nerio Alessandri, fondatore di Technogym e pioniere del wellness, ha tratto ispirazione dalla “Wellness Valley” in Romagna, un’area dove la cultura del benessere ha portato benefici tangibili alla salute dei cittadini e all’economia locale. La sua visione per Milano è quella di una città vibrante e dinamica, dove il benessere sia una priorità per tutti, a prescindere dall’età, dal background o dal livello socio-economico.

Un’alleanza per il benessere

Per realizzare questo sogno, un’ampia coalizione di stakeholder ha deciso di unirsi sotto l’egida di Milano Wellness City 2030. Tra i partner troviamo:

– Istituzioni: Comune di Milano, ATS Milano Città Metropolitana, Fondazione Cariplo, Fondazione Milano Cortina 2026.

– Università: Bocconi, Politecnico di Milano, Humanitas University, Ospedale San Raffaele.

– Aziende: Technogym, Inter, AC Milan, Olimpia Basket, Federalberghi, Assolombarda.

La forza di questa rete risiede nella diversità e nella complementarietà delle competenze messe a disposizione. Istituzioni, università e aziende collaboreranno fianco a fianco per sviluppare e implementare una serie di progetti concreti in grado di migliorare il benessere dei cittadini in vari ambiti:

– Salute: contrastare l’invecchiamento della popolazione, promuovere stili di vita sani e ridurre l’obesità e le malattie croniche.

– Qualità della vita: aumentare l’aspettativa di vita in salute e ridurre la spesa sanitaria.

– Economia: creare nuove opportunità di lavoro e sviluppo nel settore del benessere.

Dalla teoria alla pratica: il piano d’azione

Il primo passo del progetto è stato la realizzazione di un rapporto sullo stato del benessere a Milano, curato dalla Wellness Foundation di Alessandri. Il documento, di oltre 400 pagine, offre una fotografia dettagliata della situazione attuale, evidenziando i punti di forza e le sfide da affrontare.

I dati raccolti confermano che Milano è già una città all’avanguardia in tema di benessere, posizionandosi ai vertici delle classifiche nazionali per diversi indicatori. Tuttavia, emergono anche alcune criticità, come l’invecchiamento della popolazione, l’aumento di obesità e sovrappeso, e la diffusione di stili di vita scorretti.

Per contrastare queste tendenze negative, il piano d’azione di Milano Wellness City 2030 si articola su diverse aree di intervento:

– Lifestyle Medicine: promuovere un approccio alla medicina che ponga al centro la prevenzione e l’adozione di stili di vita sani.

– Nutrizione: educare i cittadini ad un’alimentazione sana e bilanciata, contrastando la malnutrizione e l’obesità.

– Benessere mentale: sensibilizzare sull’importanza della salute mentale e fornire supporto psicologico a chi ne ha bisogno.

– Programmi educativi: educare le nuove generazioni all’importanza del benessere fin dalla giovane età.

– Sviluppo urbano: progettare città più inclusive, accessibili e sostenibili, che favoriscano la mobilità attiva e la vita all’aria aperta.

– Turismo: sviluppare un modello di turismo del benessere che valorizzi le eccellenze milanesi in questo campo.

– Ricerca: investire nella ricerca scientifica per migliorare la conoscenza del benessere e sviluppare nuove soluzioni innovative.

– Benessere aziendale: promuovere la cultura del benessere all’interno delle aziende, per migliorare la salute e la produttività dei lavoratori.

Un impegno a lungo termine

La sfida è complessa e richiederà un impegno a lungo termine da parte di tutti gli attori coinvolti. Il progetto Milano Wellness City 2030 è però un esempio virtuoso di come la collaborazione pubblico-privato possa portare a un cambiamento positivo e duraturo.

La chiave del successo sarà la capacità di coinvolgere tutti i cittadini, rendendoli protagonisti attivi del processo di cambiamento. Milano non diventerà la città del benessere solo grazie a progetti dall’alto, ma attraverso la partecipazione attiva delle persone, delle associazioni, delle scuole e delle imprese.

Un futuro all’insegna del benessere

Milano Wellness City 2030 non è solo un progetto urbano, ma un’ambizione collettiva per costruire un futuro migliore. Un futuro in cui la salute e il benessere non siano un privilegio per pochi, ma un diritto accessibile a tutti. Un futuro dove Milano possa essere un esempio per l’Italia e il mondo, dimostrando che è possibile coniugare lo sviluppo economico con la sostenibilità e la qualità della vita.

Il viaggio è appena iniziato, ma la direzione è chiara: Milano vuole essere la città del benessere.

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Federico Rivi

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2024 millionaire.it.