Oggi inizia a Rimini la 25ª edizione di “Ecomondo”

738
Rimini startup

Un evento internazionale per l’innovazione tecnologica e industriale con un format innovativo, che unisce in ununica piattaforma tutti i settori delleconomia circolare: dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile.

 

Torna con la 25ª edizione dall’8 all’11 novembre a Rimini “Ecomondo”, evento internazionale per l’innovazione tecnologica e industriale con un format innovativo, che unisce in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare: dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile. In contemporanea con Ecomondo si svolge Key Energy, una vetrina internazionale di tecnologie, servizi e soluzioni integrate per favorire e accelerare il processo di transizione verso un’economia carbon-neutral.

Qui verranno presentate al mercato 32 startup e scale up, un’opportunità per vedere offre 3 di prodotti/servizi relativi al settore delle green technologies, sostenibilità ambientale nell’energia e mobilità sostenibile.

 

Rimini

Mondo acquatico

Sea the Change: modenese, svolge lo sguardo al turismo etico offrendo ai viaggiatori la possibilità di ridurre e compensare l’impatto ambientale della propria vacanza attraverso l’investimento in progetti sostenibili che riguardano ecosistemi marini.

Athena Green Solutions: di Messina, con il suo brevetto ArgiNaRe, si propone come soluzione a problematiche derivanti da attività ad alto impatto ambientale, con particolare riferimento all’inquinamento marino e costiero.

Seabreath: di Prato, impegnata nello sviluppo del prototipo nearshore di un nuovo sistema di produzione di energia da moto ondoso.

D-shape Poseidonia: di Pisa, ha messo a punto una stampante 3D in grado di replicare le strutture delle barriere coralline utilizzando l’arenaria presente nel sito subacqueo a cui sono destinate: preziosi strumenti sia per limitare l’erosione costiera dovuta al moto ondoso, sia per facilitare il ripopolamento ittico dei fondali.

Proseguendo sul tracciato delle “architetture naturali”, dopo i coralli artificiali arrivano gli alveari hi-tech di ACME21, startup ravennate che ha lanciato Beeing, B-BOX per avvicinarsi all’apicoltura urbana in modo sicuro e semplice, o aderire al programma di adozione di alveari gestiti responsabilmente.

 

Rimini

Mobilità

Pin Bike: con il suo sistema antifrode, brevettato e certificante, garantisce a un ente (Comune, impresa o istituto scolastico) la possibilità di rilasciare incentivi chilometrici per l’utilizzo di biciclette, monopattini e carpooling.

Parkforfun: con la sua piattaforma e-commerce B2C multilingue per ridurre il traffico per la ricerca del posto auto del 30%.

 

Energia

LIF energy: focalizzata sulla creazione di strumenti di analisi per la gestione della produzione dell’idrogeno, in particolare quello ottenuto a partire da fonti rinnovabili, ossia idrogeno verde.

Augea Energia: focus è l’efficienza energetica.

Veos Digital: attraverso i suoi algoritmi di intelligenza artificiale per il mondo Energy, disaggregando i consumi elettrici domestici, identificano il consumo di ogni elettrodomestico con un risparmio in bolletta del 15-20%.

MACS: attraverso un protocollo gestionale consente di certificare la rendicontazione tecnica (riduzione dei consumi) ed economica (riduzione dei costi).

Mama Science e Compopack invece, sono le uniche due realtà di questa area espositiva che propongono soluzioni di bioeconomia circolare: la prima realizzando prodotti a base di biomateriali avanzati e ottenuti attraverso metodi di sintesi, la seconda fornendo consulenze e macchinari per la realizzazione di materiale compostabile (organicamente biodegradabile) nel settore dell’imballaggio.

La francese Origins.earth e la romana NDV International (agenzia esclusiva in Italia di Airlabs), specializzata in rilievi street level, si occupano del monitoraggio della qualità dell’aria, mentre i servizi svolti da NETF DRONE riguardano le ispezioni e le attività di monitoraggio con l’utilizzo di droni industriali nel settore civile, industriale e agricolo.

 

Edilizia

All’edilizia si rivolgono la mantovana TimelapseLab e i suoi dispositivi industriali smart per la gestione dei cantieri da remoto mediante un software proprietario. Diversa provenienza, ma medesimo settore di riferimento per la trentina Archibudget, che si concentra su serramenti e complementi per l’edilizia, migliorando il processo di scelta e configurazione dei prodotti e, attraverso la piattaforma Reusedesk, promuovendo l’impiego di prodotti inutilizzati in giacenza.

Concludono questa carrellata di startup della digitalizzazione The Nest, azienda milanese proprietaria di software e brevetti tutti dedicati all’economia circolare, e la francese Lixo, specializzata nella gestione e valorizzazione dei rifiuti, che impiega sensori di immagine e algoritmi di riconoscimento visivo, per consentire agli attori della gestione dei rifiuti di comprendere la composizione dei flussi di scarti, selezionarli e riciclarli al meglio.

 

Rimanendo nell’ambito della gestione dei prodotti di scarto, a Bologna, la Circular Technologies si concentra sul mercato circolare dell’ICT; i dispositivi elettronici di Optimon, di Varese, consentono di migliorare e ottimizzare i processi per quanto concerne il monitoraggio delle attività di raccolta rifiuti, mentre l’incremento del recupero di energia e di materie prime da materiali di scarto è il principale ambito competenza di K-INN TECH, azienda di Padova, che propone e sviluppa studi sperimentali e modellistici di consulenza tecnica, per le aziende del settore chimico, energetico e ambientale.

Re Open offre una piattaforma di servizi dedicata a tutti i soggetti che sono alla ricerca di un general contractor per la gestione integrata dei propri rifiuti; specificamente pensato per le esigenze delle realtà rurali, il software messo a punto da BEAWaRe, consente di tagliare i costi della raccolta rifiuti fino al 50%; il riutilizzo delle plastiche è infine il core business della torinese Plastiz, startup innovativa a vocazione sociale, che si rivolge sia al B2B sia al B2C e fornisce semilavorati in plastica riciclata di alta qualità e ad alto valore estetico per la produzione di manufatti e allestimenti ecosostenibili.

 

Solare e storage

Per la sezione dedicata al solare e storage, sempre nella Hall Sud, Flash Innovation, di Ravenna, presenta Arcostop, Sistema brevettato di rilevazione archi elettrici in corrente continua per mitigare l’insorgere di incendi presso impianti fotovoltaici e storage battery, mentre da Israele viene Solar Drone, che presenta i suoi sistemi per la pulizia di pannelli solari.

 

Premio Sviluppo Sostenibile 2022

Nell’ambito del Premio Sviluppo Sostenibile 2022, organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile in collaborazione con Italy for Climate e STEP. Tech Park, anche quest’anno vengono premiate le startup italiane presenti a Ecomondo e Key Energy impegnate a contrastare il cambiamento climatico, con l’obiettivo di selezionare i progetti più innovativi, efficaci e promettenti in termini di contributo al raggiungimento della neutralità climatica dell’Italia. Il premio verrà assegnato nella giornata del 10 novembre.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteMillionaire novembre
Prossimo articolo1,3 miliardi di euro per la costellazione di Iride