Part-time verticale: bonus di 550 euro

867

Un bonus per un totale di 30 milioni di euro, introdotto con la conversione del Decreto Aiuti n. 50 2022, (legge 91 2022) per il sostegno ai lavoratori con rapporti part-time ciclici verticali nel 2021. Può essere richiesto fino al 30 novembre. Chi può fare domanda

 

Secondo la circolare INPS 115/2022 per il riconoscimento dell’indennità una tantum a favore dei lavoratori part-time ciclico verticale, possono fare richiesta i lavoratori a tempo parziale ciclico verticale caratterizzato da periodi non interamente lavorati di almeno un mese in via continuativa e complessivamente non inferiori a 7 settimane e non superiori a 20 settimane. Sono quindi quei dipendenti impiegati dai propri datori di lavoro solo per alcuni giorni, settimane o mesi dell’anno, da un minimo di 7 a un massimo di 20 settimane totali. Non possono fare richiesta coloro che hanno altri rapporti di lavoro e coloro che percepiscono assegni di trattamento pensionistico o la Nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego (Naspi).

L’indennità può essere riconosciuta solo una volta a ciascun lavoratore, non concorre alla formazione del reddito e viene erogata dall’INPS, che provvede anche al monitoraggio del limite di spesa.

 

Come fare domanda

Gli interessati dovranno presentare domanda all’INPS, entro la data del 30 novembre 2022, esclusivamente in via telematica, utilizzando i consueti canali messi a disposizione per i cittadini e per gli Istituti di Patronato sul portale web dell’Istituto. Una volta presentata la domanda, sarà possibile visionare e scaricare le ricevute e i documenti prodotti dal sistema, monitorare lo stato di lavorazione della domanda e aggiornare le informazioni relative alle modalità di pagamento se necessario. In alternativa al portale web, l’indennità una tantum può essere richiesta tramite il servizio di Contact Center Multicanale, telefonando al Numero Verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori). Inoltre, è possibile presentare domanda attraverso gli Istituti di Patronato, utilizzando i servizi offerti dagli stessi.

 

Modalità di accesso

Le credenziali di accesso ai servizi per la presentazione delle domande dell’indennità sopra descritta sono le seguenti:

  • SPID di livello 2 o superiore.
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE).
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

Nel caso in cui dovessero emergere degli eventuali scostamenti, rispetto alla normativa, la misura sarà immediatamente bloccata. Meglio quindi accelerare al massimo i tempi, in modo da poter rientrare tra i beneficiari del bonus.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteXjobs: 1.000 posizioni aperte
Prossimo articoloControllare lo smartphone con il pensiero