Pernigotti: lo stabilimento di Novi Ligure non chiuderà

0
2684
pernigotti
Foto Pernigotti via Facebook

Adesso è ufficiale: la Pernigotti è salva. Oggi il gruppo Toksöz ha presentato il nuovo piano industriale in videoconferenza al Mise e ai sindacati. Lo stabilimento di Novi Ligure, in provincia di Alessandria, non chiuderà. La proprietà turca porterà lì la produzione di crema spalmabile e tavolette di cioccolato, aggiungendo due nuove linee di produzione e ristrutturando le altre, torrone e cioccolatini. Non ci saranno esuberi, tra il 2020 e il 2024. Ad agosto inizierà la cassa integrazione straordinaria per riorganizzazione per 50 dipendenti a Milano e 59 a Novi Ligure.

“È il massimo che si poteva ottenere” ha commentato Piero Frescucci, lavoratore alla Pernigotti e rappresentante sindacale. Due partner sosterranno l’operazione di rilancio: la Spes cioccolato di Torino e il gruppo Optima di Rimini, titolare dallo scorso settembre del comparto gelati.

Dal novembre 2018, quando il gruppo turco annunciò l’intenzione di chiudere la fabbrica piemontese, sono stati mesi di tensione, proteste, lotte sindacali e trattative. Ecco perché oggi la buona notizia è che lo storico stabilimento di Novi Ligure, attivo da oltre 150 anni, è salvo.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.