Piantiamo alberi nel mondo per business (e non solo)

2
2506

Per business (e non solo)  piantano alberi in tutto il mondo. Dal 2010 ad oggi, Treedom (da “tree” albero in inglese), azienda italiana con base a Firenze, ha all’attivo circa 130mila specie piantate, tra baobab, mango, mangrovie, piantate in Senegal, Camerun, Argentina, Malawi,  Haiti, Indonesia.

Per farlo, Federico Garcea, 31 anni, cofondatore insieme a Tommaso Speroni, 26, ha lasciato il posto fisso in banca, «mi annoiavo a morte, avevo bisogno di nuovi stimoli», e ha stretto collaborazioni con Ong internazionali che si occupano materialmente di interrare i semi e farli crescere.

Risultato: mezzo milione di fatturato l’anno e clienti celebri come Enel, Tiziano Ferro. E Jovanotti che nel 2011 ha comprato e fatto piantare 12mila alberi in Africa.

Per capire di più sul business abbiamo intervistato Federico.

Come è nato Treedom? Raccontaci un aneddoto …

Tommaso ed io, dopo una nottata di lavoro, giocavamo a Farmville (celebre gioco su Facebook in cui i giocatori piantano alberi). È stato allora che è nata l’idea: ci siamo detti “ci sono milioni di persone che si divertono a piantare alberi per gioco. Perché non dargli la possibilità di farlo davvero?”. Noi, d’altronde, già da anni partecipavamo a programmi di riforestazione nei Paesi del sud del mondo, collaborando con alcune Ong del Camerun e del Sud America».

_DSC9077

Come funziona il business?

ll cliente, un’azienda, va sulla nostra piattaforma. Calcola il volume dell’emissione di anidride carbonica della sua attività e può decidere di compensare “adottando” alberi, il cui costo varia dai 5 euro ai 40 euro, in relazione alla tipologia scelta. L’albero viene piantato grazie alle Ong con cui collaboriamo. Abbiamo un software che permette al cliente, attraverso il nostro sito, di geolocalizzare l’albero in qualsiasi momento e assistere in diretta alla sua crescita».

_DSC8984

Come avete finanziato l’attività?

Inizialmente, con un piano di aiuti della Regione Toscana (50mila euro circa) e soldi nostri. Poi per fortuna sono arrivati i clienti. La svolta è stata Jovanotti che ha usato i nostri servizi per compensare l’emissione di anidride carbonica di un suo tour. La sua iniziativa è stata determinante per lanciare l’attività».

Progetti per il futuro?

Oggi siamo impegnati per una grande iniziativa il prossimo cinque giugno, in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente, organizzata dall’Onu. È partita la nostra campagna in crowdfunding con l’obiettivo di piantare 100mila alberi».

INFO: http://www.treedom.net

CAMPAGNA: http://www.giornatamondialeambiente.it/

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.