Resto al Sud: incentivi ai giovani che vogliono fare impresa

0
4640

Fino a 200mila euro per gli aspiranti imprenditori under 35 del Mezzogiorno.

Un piano di incentivi per i giovani, tra i 18 e i 35 anni, che vogliono diventare imprenditori, restando o trasferendosi al Sud. Si chiama Resto al Sud l’iniziativa promossa dal Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno e gestita da Invitalia, che prevede la destinazione totale di 1.250 milioni di euro. Le domande, aperte dal 15 gennaio, sono esaminate in base all’ordine di arrivo.

Il finanziamento massimo è di 50mila euro, se la richiesta arriva da un singolo, 200mila euro per le richieste che arrivano da più soggetti. L’impresa dovrà essere avviata in una regione tra Puglia, Sardegna, Sicilia, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania o Molise. Il 35% dell’importo sarà erogato a fondo perduto, il restante 65% sarà un finanziamento a tasso zero da restituire in 8 anni.

La domanda può essere presentata online, sul sito di Invitalia. Oltre ai residenti nelle regioni del Sud, possono partecipare anche i giovani che trasferiranno la loro residenza entro 60 giorni (120 per chi risiede all’estero) dall’eventuale esito positivo della richiesta di finanziamento.

Gli obiettivi del piano di incentivi sono: riportare i giovani in Sicilia, in Puglia e nelle altre regioni del Mezzogiorno, dare una spinta all’imprenditorialità e creare nuovi posti di lavoro. Il ministero punta a 100mila nuove imprese entro tre anni.

Gli incentivi potranno essere utilizzati nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca, acquacoltura, turismo e fornitura di servizi a imprese e persone. Sono invece escluse le attività di commercio e libera professione.

Info: www.invitalia.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.