Sabatini, scienziato di Cremona in Silicon Valley, incontra Obama

0
3048
riccardo sabatini

Riccardo Sabatini, 35 anni, è l’unico italiano invitato alla White House Frontiers Conference. Ha incontrato il presidente Obama per discutere delle nuove frontiere della medicina.

Da Cremona alla Silicon Valley. Riccardo Sabatini ha sviluppato un algoritmo in grado di ricostruire l’altezza, il peso e la faccia di un individuo partendo da un capello o da qualche goccia di sangue. L’obiettivo è arrivare a farmaci e cure personalizzate per sconfiggere le grandi malattie del nostro secolo, attraverso la lettura del genoma.

Sabatini lavora per Human Longevity, la startup creata a San Diego da Craig Venter, l’uomo che per primo ha sequenziato il DNA. È stato lui ad annunciare la scoperta del team al Ted 2016, la conferenza sulle idee che cambiano il mondo. Unico speaker italiano. Lo hanno inserito a liste già chiuse, piazzandolo davanti a tutti nella sessione principale. Il suo talk è stato votato il migliore della giornata.

Riccardo è anche l’unico italiano invitato dalla Casa Bianca a intervenire alla White House Frontiers Conference, una conferenza sull’innovazione nel settore Health Care.

L’incontro con Obama

Il 13 ottobre ha incontrato il presidente degli Stati Uniti Barack Obama all’università di Pittsburgh. Ha discusso insieme a lui e ad altri innovatori delle nuove frontiere della medicina.

«Una delle cose più eccitanti degli ultimi 20 anni è che abbiamo digitalizzato la vita», ha detto Sabatini sul palco. «Sono un fisico quantistico. Ho lavorato per molto tempo alle nanotecnologie. Poi all’improvviso ho capito che potevo applicare la mia esperienza alla biologia, alla genomica… Abbiamo “virtualizzato” parte della nostra biologia per capire come una molecola specifica funziona sul tuo corpo, come un’altra molecola può sconfiggere il tuo cancro… Per capire se possiamo predire la tua patologia e intervenire subito. È un settore affascinante. Possiamo prevenire e agire allo stesso tempo. E la cosa più stimolante è fare progressi, andare avanti, “virtualizzare” l’essere umano sempre meglio. E fare in modo che questa conoscenza sia accessibile a tutti».

Dall’Italia a San Francisco: assunto dopo 6 giorni

Nato a Cremona, laurea in Fisica a Brescia, master in Meccanica quantistica a Trieste, dottorato in Sissa, post dottorato in Epfl, Sabatini è un talento della fisica passato alla genomica. Un anno fa intuisce che la sua capacità di lavorare con i numeri poteva essere messa al servizio di chi legge il codice della vita. Scrive una email a Venter che sta lanciando Human Longevity. Dopo 6 giorni viene invitato a San Diego. Dopo 10 giorni viene assunto e ottiene il Visto 01, un permesso speciale per stranieri con abilità eccezionali.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here