Super donne: strategie per creare un’impresa al femminile

0
1777
super donne

Fondare un’azienda richiede cuore, testa, competenze e capitali. Ma a una donna servono doti “atletiche” supplementari per superare il gender gap, che la crisi economica scava sempre più profondamente, in Italia, tra uomini e donne quando si parla di opportunità di carriera, retribuzioni, agevolazioni nell’organizzazione della vita personale e familiare. La conferma arriva dal Gender Gap Index 2018 del World Economic Forum. Nell’ultimo anno, le donne hanno visto peggiorare la loro presenza nei settori salute, istruzione e politica. C’è stato un progresso, ma lieve, nella voce economic opportunity, ma occorreranno 202 anni per ottenere la parità sul posto di lavoro. Intanto, però, c’è chi non aspetta e si dà da fare. Come le donne imprenditrici che abbiamo scelto per voi. Trovate le loro storie e i loro consigli su Millionaire di marzo, adesso in edicola. Sono:

1. Martina Cusano, founder di Mukako

2. Cecilia Nostro, co-founder di Friendz

3. Adriana Santanocito ed Enrica Arena, founder di Orange Fiber

4. Giulia Baccarin, founder di Mipu

5. Anna Zattoni, founder di Jointly

6. Marianna Poletti, founder di JustKnock

7. Barbara Labate, founder di RS

8. Miriam Surro, co-founder MiDoMet

9. Katia Sagrafena, founder di Vetrya

10. Silvia Bolzoni, founder di Zeta Service

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.