Teletopi 2017: ecco i vincitori degli Oscar del video storytelling online

0
2752

Si è conclusa ieri la decima edizione dei Teletopi, gli Oscar della videonarrazione in Rete, assegnati ai progetti che piu sono riusciti a raccontare una storia attraverso un filmato, a coinvolgere gli internauti e intercettare le community digitali. Quattro i vincitori, per ognuna delle categorie in concorso. I video, premiati ieri all’Università di Bologna, parlano di sfide imprenditoriali, vite ricostruite e difficoltà superate grazie alla forza della comunità, ai social e alla solidarietà in Rete.

I Teletopi nascono dall’idea di Giampaolo Colletti, giornalista, digital storyteller e founder di www.wwworkers.it, community che aggrega migliaia di lavoratori della Rete.

Ecco i vincitori per categoria:

Stefano Caccavari
Il Mulinum di San Floro rinato grazie alla Rete – Categoria Brand

Stefano Caccavari, 28 anni, grazie a un video su Facebook, è riuscito a raccogliere oltre mezzo milione di euro in 90 giorni per riaprire l’antico mulino di San Floro (Catanzaro) e recuperare i grani antichi della sua terra.

 

Mattia Mor
#HoSceltoMilano, storie di chi ama la propria città – Categoria Community

Un video racconto di imprenditori, studenti e personaggi dello spettacolo che spiegano perché hanno scelto Milano, con l’obiettivo di risvegliare l’orgoglio di appartenenza per il proprio Paese e la propria città.

 

Francesca Zambito
Aiutiamoli a casa loro, campagna di ActionAid con i The JackaL – Categoria Social

Una campagna ironica e irriverente per sensibilizzare il pubblico sul tema dell’adozione a distanza. Il messaggio: a Natale si può compiere un gesto d’amore adottando un bambino africano.

 

Marianna Bruschi
Le Vite Ricostruite di RepubblicaTv dopo il terremoto di Amatrice – Categoria News

Le storia di rinascita raccontate dalla web tv di Repubblica a un anno dal terremoto che ha colpito il centro Italia.

Info: www.teletopi.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.