fbpx

Terna entra nel venture capital con 50 milioni

L’obiettivo è quello di accelerare l’innovazione e la transizione energetica attraverso l’utilizzo del know-how di piccole, medie e grandi startup.

 

Terna, il gruppo che gestisce la rete elettrica nazionale, accelera l’innovazione ed entra nel venture capital con 50 milioni di euro nel piatto. Terna Forward, è il nome della nuova società dedicata all’innovazione tecnologica, costituita per operare attraverso investimenti di corporate Venture Capital. Attraverso questo special purpose vehicle, l’azienda guidata da Stefano Donnarumma investirà in startup con alto potenziale, acquisendo anche quote di aziende di piccole, medie e grandi dimensioni.

L’obiettivo di Terna Forward è quello di individuare le migliori opportunità tecnologiche ritenute strategiche, per estendere i vari know how delle startup alle altre aziende del gruppo, facendo leva anche sulle competenze nell’ambito del sistema elettrico, in cui Terna ha un ruolo da regista, e creare spin-off di progetti innovativi.

La scelta di entrare nel corporate venture capital di Terna segue a breve distanza quella di altre realtà italiane quotate in Borsa, come i casi di Cnh e Brembo le quali hanno lanciato nelle scorse settimane le loro rispettive società di venture capital, Cnh Ventures e Brembo Ventures.

 

Dove opererà Terna Forward

Gli ambiti di applicazione individuati dalla nuova società di VC, riguardano due campi principali, ossia quelli che utilizzano tecnologie applicate alla meccatronica, come robot, droni ed esoscheletri e quelli che sviluppano tecnologie strategiche che l’azienda già utilizza per il monitoraggio e la manutenzione degli asset.

Attualmente Terna dispone già di una struttura dedicata all’innovazione in cui sta sviluppando circa 70 progetti: l’approccio è quello di gestire il portafoglio di innovazione con investimenti progressivi in funzione del livello di maturità delle tecnologie. Oltre alle nuove soluzioni a supporto della manutenzione delle infrastrutture infatti, Terna Forward si occuperà anche di individuare le realtà più promettenti e disruptive per raggiungere gli obiettivi di transizione energetica, investendo direttamente nel loro sviluppo e nelle loro competenze.

“L’innovazione rappresenta un driver strategico e con Terna Forward abbiamo deciso di dedicare risorse specifiche alle tecnologie più avanzate di digitalizzazione, con un approccio di open innovation, aprendoci ancor di più a collaborazioni con altre realtà e investendo su quelle a elevato potenziale di crescita” spiega Massimiliano Garri, direttore Innovation&Market Solution di Terna.

 

Gli obiettivi nel breve e lungo termine

L’obettivo nel breve periodo di Terna Forward è quello di avviare partnership per sviluppare le prime sperimentazioni in laboratorio su prototipi e use case di robotica, utilizzo di esoscheletri sul campo e in sede, e ispezioni delle stazioni elettriche con i droni. Sul lungo termine, invece, l’obiettivo di Terna è quello di ampliare l’applicazione di queste tecnologie su tutta la rete elettrica nazionale che conta circa 75mila chilometri di linee e 900 stazioni elettriche.

 

BISS, l’azienda biotech italiana innovativa

ChemoMaker il robot che sostituisce i sistemi di vecchia generazione negli ospedali italiani come quello di Genova San martino, Trieste e Cremona   Da Trieste

La nuova direttiva sulla “Case green”

L’ obiettivo dell’unione europea entro il 2030 è di portare tutte le abitazioni presenti in Europa a una classe energetica E   Secondo la bozza

Il mondo delle criptovalute sta cambiando

Quello delle cripto è un settore in costante mutazione, caratterizzato da poca solidità ed estrema volatilità   Il 2023 è iniziato e si vedono già

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

Calo del 35% di investimenti nelle startup

Come era già stato previsto all’inizio del 2022 gli investimenti in startup hanno registrato una forte frenata a livello globale   Secondo i dati appena

Volare a emissione zero ora è possibile

È stato effettuato il primo volo a zero emissioni. Si tratta di ZeroAvia, leader dell’aviazione a emissioni zero, che ha preso il volo con il

Hype ha un nuovo CEO

L’ex PagoPa Giuseppe Virgone guiderà la società verso un nuovo percorso di crescita   Giuseppe Virgone lascia PagoPA e diventa il nuovo CEO di Hype.

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.