TERREMOTO E NEVE: ANIMALI E UOMINI DA SALVARE

Avviate le evacuazioni delle stalle nelle zone terremotate e sepolte dalla neve. Aiuti e interventi per gli imprenditori agricoli.

0
2855

Avviate le evacuazioni delle stalle nelle zone terremotate e sepolte dalla neve. Aiuti e interventi per gli imprenditori agricoli.

 

Sono circa tremila le aziende agricole e le stalle sepolte dalla neve nelle aree del Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpite dal terremoto, dove si contano molte imprese e stalle sono isolate, nuovi crolli, decine di mucche e pecore morte e ferite, difficoltà per garantire l’alimentazione degli animali, ma anche per le consegne di tonnellate di latte che da giorni si è costretti a gettare a causa dell’isolamento e delle difficoltà di circolazione.

La solidarietà tra allevatori fa rete

Sono iniziate le operazioni di evacuazione delle stalle crollate o lesionate con il trasferimento degli animali sfollati in strutture piu’ sicure. Coldiretti, in collaborazione con l’Associazione Italiana Allevatori, ha avviato i trasferimenti grazie alla solidarietà tra gli allevatori e alla collaborazione dell’Esercito e della Protezione civile.

«Una corsa contro il tempo» sottolinea la Coldiretti «con la mobilitazione dei trattori per liberare le strade da neve e ghiaccio e raggiungere le stalle isolate da giorni dove occorre garantire l’operatività degli impianti di mungitura e abbeveraggio ma anche la consegna dei mangimi fino ad arrivare al trasferimento degli animali su mezzi idonei ed alla loro sistemazione in nuovi ricoveri. Per effetto del maltempo e dello stress termico è crollata fino al 50% la produzione di latte. Solo nelle Marche si contano seicento mucche e cinquemila pecore al freddo nelle neve senza ripari».

Coldiretti: cosa fa per gli allevatori

Serve un’accelerazione nella realizzazione delle opere per mettere al sicuro animali e uomini che non posso abbandonarli. Coldiretti sta lavorando sull’ordinanza “azzeraburocrazia” che autorizza gli allevatori a comprare direttamente tutto ciò che serve per garantire la continuità produttiva delle proprie aziende a fronte di un rimborso pubblico previsto fino al totale delle spese sostenute.

Nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica continua la vendita della caciotta della solidarietà realizzata con il latte degli allevatori dei territori colpito dal sisma.

Attivato un conto corrente per gli aiuti: “COLDIRETTI PRO-TERREMOTATI” (IBAN: IT 74 N 05704 03200 000000127000

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.