TikTok chiederà l’età a tutti gli utenti italiani e rimuoverà gli account degli under 13

8735
tiktok
La sede di TikTok a Londra - © ByteDance

Dal 9 febbraio TikTok bloccherà tutti gli account italiani e chiederà agli utenti di verificare nuovamente la loro età. Tutti i profili degli under 13 saranno quindi rimossi. La decisione arriva dopo l’intervento del Garante della privacy, e il blocco imposto al social di usare i «dati di utenti per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica».

«Nelle ultime due settimane, siamo stati in costante contatto con il Garante, l’autorità italiana per la protezione dei dati. Oggi, abbiamo raggiunto un accordo» ha annunciato Alexandra Evans, Head of Child Safety di TikTok in Europa.

L’azienda ha ricordato che l’app è già vietata ai minori di 13 anni e che nell’ultimo anno ha adottato diverse misure per la protezione dei più giovani. «Per esempio, abbiamo disabilitato la funzione di messaggistica diretta per gli utenti minori di 16 anni. Abbiamo reso privati i loro account di default e limitato il loro accesso a determinate funzionalità». C’è anche un’opzione “Collegamento Famigliare”, che consente ai genitori di impostare dei controlli sui contenuti o sul tempo passato su TikTok.

Ma finora tutto questo non è stato sufficiente a impedire ai bambini di accedere al social. Da qui la soluzione concordata con il Garante. «Dal 9 febbraio, attraverso un aggiornamento della nostra app, faremo passare nuovamente ogni utente in Italia attraverso il nostro processo di verifica dell’età. Solo gli utenti di età pari o superiore a 13 anni potranno continuare a utilizzare l’app». In più l’azienda valuterà l’uso di sistemi di intelligenza artificiale per verificare l’età effettiva degli utenti. Aumenterà il numero di moderatori italiani che monitorano i contenuti presenti sulla piattaforma. E, dal 4 febbraio, lancerà una campagna per sensibilizzare genitori e figli.

La storia di Zhang Yiming e TikTok

L’ideatore di TikTok è Zhang Yiming, 37 anni, ingegnere informatico. Dopo la laurea fa esperienza in varie aziende, fra cui Microsoft. Nel 2012, vedendo la massiccia migrazione di utenti dal computer allo smartphone, si licenzia e fonda ByteDance, realtà basata sull’intelligenza artificiale e su algoritmi in grado di classificare e associare contenuti. La sua visione all’inizio non trova consensi né finanziamenti, finché su di lui scommette il gruppo internazionale Susquehanna. Così lancia Toutiao, aggregatore di news che arriva a raggiungere 13 milioni di utenti al giorno.

Nel 2014 Sequoia Capital gli concede un finanziamento di 100 milioni di dollari. ByteDance lancia il social di video sharing. All’inizio TikTok sembra un’app mordi e fuggi per Millennial e invece fa il botto in tutto il mondo, tra luci e ombre. Nel 2020 è stata una delle app più scaricate, con oltre 850 milioni di download. A livello globale, i download totali, dal lancio ad oggi, sono più di 2,6 miliardi. Circa un miliardo gli utenti attivi ogni mese. E Zhang Yiming, con un patrimonio attuale di 27,7 miliardi di dollari, è tra le persone più ricche del pianeta.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.