TripAdvisor diventa social

0
1292

TripAdvisor cambia volto. La piattaforma di recensioni e prenotazioni, creata nel 2000 da Stephen Kaufer, diventa più social. L’utente può creare un profilo ed effettuare il login tramite Facebook. Ha una bacheca con post e contenuti, che si possono condividere, ripubblicare (come i retweet di Twitter) o “approvare” con un Mi piace (come su Facebook). Può pubblicare foto, video, recensioni e link. E soprattutto, da oggi, può seguire altri utenti, amici, parenti o esperti, e leggere i loro consigli, oltre alle classiche recensioni lasciate da viaggiatori sconosciuti. Così, se stai organizzando una vacanza, la bacheca ti mostra prima le informazioni che possono essere più rilevanti per la tua meta, partendo dai post di chi segui. E, per ogni ristorante, hotel o destinazione recensita, troverai il link che ti rimanda direttamente alla pagina del posto. «Era davvero ora che il mondo dei viaggi avesse un suo social dedicato» ha commentato Kaufer.

Il social dei viaggi

La nuova funzionalità Viaggi permette agli utenti di creare liste, articoli e guide con indicazioni su ogni elemento della vacanza, dalle esperienze agli alloggi. Come le cose da fare a Londra o i migliori musei di Roma.

«Stiamo facendo in modo che TripAdvisor sia la risorsa da consultare per ogni aspetto del viaggio» spiega Kaufer, 55 anni, presidente e Ceo della società. «Il nuovo TripAdvisor fornisce ai suoi membri incredibili contenuti e consigli di persone, brand e influencer sugli itinerari e le destinazioni prima e durante il viaggio. Con l’introduzione di nuove voci i viaggiatori possono pianificare meglio i loro viaggi trovando facilmente i loro hotel, esperienze e ristoranti ideali». Sulla piattaforma trovano maggiore spazio quindi brand, editori e influencer. Attualmente ce ne sono più di 1000, come GoPro, National Geographic o Il Signor Franz. Ma il numero aumenterà nelle prossime settimane.

L’idea nata da una vacanza

TripAdvisor è stato creato a febbraio del 2000, quando Steve Kaufer si è trovato a organizzare una vacanza in Messico. «Facevo fatica a trovare l’albergo giusto. Potevo guardare brochure patinate, ma ciò che volevo era un reale feedback da parte di persone che negli alberghi erano state veramente. Non esisteva niente di simile. Così l’ho creato» aveva raccontato lui stesso in un’intervista a Millionaire. Oggi sito e app contano più di 702 milioni di recensioni, 490 milioni di visitatori unici al mese e 8 milioni di esperienze e luoghi valutati. Il nuovo TripAdvisor è disponibile in 28 lingue.

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.