Uber Eats sostituisce i driver con i robot nel delivery

1061

Oggi in California, domani in Europa? Uber Eats punta sulla tecnologia robot: lo conferma la nuova partnership con l’azienda che procura i veicoli a guida autonoma Nuro

 

E-cargo bike per Amazon, pulmino elettrico senza conducente per Uber Eats, ma per ora solo in America. I clienti di Uber Eats in California e Texas riceveranno presto il cibo da asporto da una capsula elettrica senza conducente. La società infatti ha firmato un accordo di 10 anni con la startup di guida autonoma Nuro.

L’annuncio arriva dopo oltre 4 anni di trattative tra le due società. Uber voleva utilizzare i veicoli di Nuro per effettuare consegne a Houston nel 2019, ma non non avevano mai raggiunto l’accordo. Ora invece, le due società hanno deciso di lavorare insieme per i prossimi 10 anni.

A partire da questo autunno, Uber e Nuro schiereranno veicoli per le consegne a guida autonoma in due città: Mountain View, in California, e Houston, in Texas. Non si sa ancora né il numero di veicoli né il numero di clienti che parteciperanno a questi primi test.

 

 

Le caratteristiche di Nuro

 

Il veicolo R2 di seconda generazione di Nuro è grande circa la metà di un’auto compatta, non ha spazio all’interno per passeggeri o conducenti umani, ha una velocità massima di 70 km, può trasportare un totale di 225 kg, con spazio per circa 24 sacchetti della spesa.

Il primo airbag esterno del settore e la parte anteriore pieghevole sono progettati per ridurre le lesioni in caso di collisione. Telecamere, radar, lidar e termocamere forniscono una visione dettagliata e multistrato del mondo a 360° per rilevare qualsiasi cosa, dagli animali domestici al fogliame. E i sensori si puliscono da soli per mantenere la sensibilità per tutto il giorno.

 

 

Chi c’è dietro Nuro

 

Nuro è stata fondata nel 2016 da Dave Ferguson e Jiajun Zhu, due veterani del progetto di auto a guida autonoma di Google che sarebbe poi diventato Waymo. Con un valore di 8,6 miliardi di dollari, oggi è una delle poche aziende a utilizzare veicoli completamente senza conducente sulle strade pubbliche. È stata la prima azienda a ricevere un’esenzione speciale da alcuni requisiti di sicurezza federali ed è stata anche la prima ad addebitare denaro per le consegne senza conducente in California.

Il permesso, rilasciato dalla California DMV, consente all’azienda di operare il suo servizio di consegna solo in alcune parti delle contee di Santa Clara e San Mateo, il che significherebbe che la maggior parte della Silicon Valley e dei suoi lavoratori tecnologici rientrerebbero nel suo dominio, ma non San Francisco od Oakland. Ciò significa che la società dovrà ottenere un’autorizzazione aggiuntiva dal DMV prima di espandere la propria area di servizio.

Nuro non è l’unica società di consegna autonoma a collaborare con Uber. L’azienda sta inoltre collaborando con Serve Robotics e Motional per testare le consegne di robot. Serve Robotics utilizza robot per le consegne che viaggiano sui marciapiedi, mentre Motional utilizza SUV elettrici Hyundai Ioniq 5 con due guidatori di sicurezza sui sedili anteriori. Serve e Motional con Uber Eats sono disponibili per i clienti nell’area di Los Angeles.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteCross Hub: la soluzione del temporary manager per lo sviluppo delle Pmi
Prossimo articoloMilioni di aziende a rischio chiusura. Colpa delle bollette?