7 consigli per essere un imprenditore di successo

3
3630

Li svela Christopher Michel su Huffington Post America. Imprenditore, ha già alle spalle due exit (Monster.com, sito di recruiting. ha comprato due sue startup), Michel gestisce un fondo di investimenti: si chiama Nautilus Ventures e lo ha fondato nel 2008.

Vediamo i suoi 7 consigli per avere successo come imprenditori.

1. È pronto a rischiare tutto.  La differenza tra un imprenditore e una persona normale, è che il primo sa prendersi dei rischi. Scommette su un’idea anche se nessuno riesce ancora a vederne i frutti futuri. «In fondo, se credi in una cosa, e sai trasmetterla agli altri, prima o poi tutti riusciranno a vederla» scrive Michel.

2. Crede sinceramente nella sua idea.  Non è da tutti.Molti startupper con il tempo, a distanza di qualche anno, perdono entusiasmo e non credono più nella loro idea, come agli inizi. Eppure credere nella propria idea sinceramente, direi quasi ingenuamente, è una precondizione. «Le difficoltà non tarderanno ad arrivare e solo chi ha fiducia e passione, la spunta».

3. È tenace.  Se non sei determinato perderai grosse occasioni. «Quando proponevo le mie idee a molti investitori molti mi dicevano che la mia idea non avrebbe avuto successo. Portare avanti idee innovative richiede uno sforzo spesso sovraumano e possono farlo solo coloro che credono che la loro affermare la propria idea sia la cosa più importante della loro vita».

4. Costruisce una cultura aziendale. Molti imprenditori commettono errori di leadership, sono incapaci di creare un collante tale da indirizzare il lavoro di tutti i dipendenti verso lo stesso traguardo. «Quando un Ceo costruisce una cultura aziendale, può fare tutto. Ha costruito una macchina che funziona in automatico».

5. È concentrato sui risultati. I risultati non nascono necessariamente da buone azioni. Ci sono tante attività in una startup che sembrano buone, ma non  portano alcun risultato. Prima di fare qualsiasi cosa, bisogna chiedersi: “Facendo questo, darò un vantaggio alla mia azienda, venderò di più, offrirò un servizio migliore ai consumatori? «È facile per uno startup portare avanti attività che hanno buoni risultati. Difficile è scegliere quelle capaci di fare la differenza».

6. È un buon leader e ispira fiducia. «Lo si diventa solo sesei un esempio di onestà e impegno e se sai valutare, apprezzare il lavoro dei tuoi dipendenti. Non basta dare loro un ufficio carino o una buona paga. Perderai le loro energie se non impari a dare loro continui stimoli per migliorare».

7. Sa mostrare le sue mancanze e chiedere consigli.  È una delle cose più importanti per chi fa impresa: mostrare di non sapere (non puoi conoscere tutto) e chiedere consigli a chi ne sa più di te (dipendenti, altri imprenditori, familiari, amici): «Tutti devono sentirsi in dovere di darti dei feedback sul tuo lavoro. Questa è la cultura aziendale giusta che ti permette di far fare il salto di qualità alla tua startup». INFO: https://about.me/cmichel

Fonte:  http://www.huffingtonpost.com/

Redazione

(Fonte foto utente Flickr, Gisela Giardino, https://www.flickr.com/photos/gi/5500955779/)

Print Friendly, PDF & Email

3 Commenti

  1. Sono i soliti consigli che tutti i guru del marketing danno, l’unico punto che qualcuno omette è la fortuna, la fortuna di incontrare un investitore che creda nelle tue idee.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here