A Roma la scuola di coding gratuita, senza prof e senza lezioni. Riccardo Zacconi: “In Italia abbiamo un potenziale enorme, non sfruttato”

1641
42 roma luiss coding

Non ci sono professori, zero lezioni, non ci sono classi: eppure è una scuola di coding rivoluzionaria, dove gli studenti apprendono sul campo. Dai propri errori. La bella notizia? Non si pagano rette e per entrare non servono titoli di studio. Unico requisito: il merito. Basta superare test (difficili) di logica e avere almeno 18 anni.

Al via le iscrizioni per il secondo anno della 42 Roma Luiss, la scuola di coding, basata su un modello learning by doing, sostenuta dalla Luiss e da Riccardo Zacconi, l’inventore di Candy Crush, sul modello francese dell’École 42.

 

Riccardo Zacconi coding

«È più di una scuola di coding, è una piattaforma di lancio nel mondo del digitale per giovani di grande talento» ci ha raccontato Zacconi.

«Il mondo è cambiato molto da quando sono stato studente io. Oggi il settore tecnologico permette, a chi è competente, di creare società campioni a livello mondiale. Con pochi investimenti e in tempi brevissimi» assicura.

«In Italia abbiamo un potenziale enorme, non sfruttato, di persone intelligenti, creative, disposte a prendere rischi e a lavorare sodo. Mancano però le competenze tecniche. È questa la ragione principale per cui abbiamo lanciato la scuola».

Niente professori né lezioni. Gli studenti imparano attraverso la collaborazione con i colleghi: dovranno superare 200 progetti di difficoltà crescente (21 livelli in tutto). Si parte dalle conoscenze di base del coding fino ai percorsi di specializzazione: cybersecurity, sviluppo di app, design di videogame, imprenditorialità.

Si cercano 150 studenti. La preparazione è di altissimo livello. Lo scorso anno, oltre 4.600 persone si sono candidate, e circa 870 hanno passato il primo test di logica. Gli step da superare: due test online, un incontro introduttivo nel campus e le cosiddette “Piscine”, una full immersion di 4 settimane nel mondo del coding. Chi impara a nuotare accede alla scuola. Le prossime Piscine si terranno dal 27 settembre al 22 ottobre, poi a fine ottobre e novembre.

«Il mio sogno è che un giorno uno degli studenti crei un unicorno a livello mondiale. E sono convinto sia possibile. Questa esperienza può cambiare l’Italia» conclude Zacconi.

Info: https://42roma.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.