Addio a Lou Ottens, l’inventore delle musicassette

5356
musicassette cassette

È morto il 6 marzo, a 94 anni, nella sua casa di Duizel, Lou Ottens, l’inventore delle musicassette. La notizia è stata diffusa ieri dai media olandesi.

lou ottens
Foto di Jordi Huisman da Wikimedia Commons

Ottens, ingegnere, fu l’autore di una vera e propria rivoluzione nella musica. Classe 1926, si appassionò presto di tecnologia. Da ragazzo costruì una radio per seguire la trasmissione di Radio Oranje durante l’occupazione tedesca in tempo di guerra. Dopo la laurea alla Delft University of Technology, nel 1952 iniziò a lavorare per la Philips, dove restò per la sua intera carriera. Nel 1960 progettò con il suo team di lavoro nella fabbrica di Hasselt, in Belgio, il primo registratore portatile, l’EL 3585. Un milione di pezzi venduti. Due anni dopo ebbe l’idea dell’audiocassetta, brevettata e presentata da Philips nel ’63 come “compact cassette”.

“Mi aspettavo che sarebbe stato un successo, non una rivoluzione” raccontò anni dopo nel documentario Cassette: A Documentary Mixtape (2011). “Eravamo ragazzini che si divertivano a giocare. Non ci sentivamo come se stessimo facendo qualcosa di grande. Era una specie di sport” disse al quotidiano olandese Eindhovens Dagblad.

Fu un successo planetario. Dai grandi dischi in vinile si passò ai supporti più piccoli, con le canzoni registrate sul nastro. Oggi si calcola che, nel corso degli anni, siano state vendute oltre 100 miliardi di musicassette.

I più giovani, nati nell’era della musica in streaming, forse non ne hanno mai vista una. Ma chi è cresciuto tra gli anni ’60 e ’90 probabilmente ancora conserva la vecchia collezione di cassette. E, di certo, ricorda i primi walkman (lanciati sul mercato da Sony nel 1979), che Ottens più volte definì il suo più grande rammarico, perché non fu Philips a inventarli.

Dalla musicassetta al CD

L’ingegnere continuò a lavorare a Hasselt, diventando direttore tecnico della Philips. E contribuì anche allo sviluppo del compact disc, in collaborazione con Sony. Oltre 200 miliardi di esemplari venduti.

Se i CD resistono all’evoluzione della fruizione della musica in streaming, le audiocassette sono cadute in disuso con il nuovo millennio. Ma nostalgici e collezionisti hanno rivitalizzato il mercato negli ultimi tempi. Secondo i dati del 2020, nei primi sei mesi dell’anno sono stati venduti 65.000 pezzi nel Regno Unito, con una crescita del 103% rispetto al 2019 e più di tutte le musicassette vendute nel 2018. Anche Lady Gaga, l’anno scorso, ha pubblicato il suo ultimo album Chromatica su nastro.

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.