Alessio Lorusso di Roboze vince il Premio Startup 2018: “Una rivincita per chi ci diceva di lasciare Bari”

0
1959

Ha costruito la sua prima stampante 3D quando aveva solo 17 anni. E da allora non si è più fermato. Alessio Lorusso, 28 anni, di Bari, nel 2013 ha fondato Roboze, startup con sedi in Italia e Stati Uniti che realizza stampanti 3D per grandi produttori industriali, come General Electric USA, Airbus, Bosch, Honeywell, Dallara Automobili, Iveco. Ieri Alessio ha vinto il premio EY per la migliore startup dell’anno. Anche Forbes lo ha premiato quest’anno, inserendolo tra i 30 Under 30 più influenti d’Europa nella categoria Industry.

Vincere il Premio Startup 2018: che cosa rappresenta per te?

«Per me e la mia azienda rappresenta una conferma e un’enorme soddisfazione. Abbiamo affrontato tante sfide e i sacrifici non sono stati pochi, considerando che abbiamo costruito un’impresa innovativa nel Sud Italia, che si scontra sul mercato con player americani e tedeschi che possono contare, spesso, sulla fiducia di un ecosistema economico-finanziario che il nostro Paese non sempre offre. Questo premio è una rivincita. Per chi ci diceva che dovevamo andare via da Bari se davvero volevamo costruire qualcosa di buono. E per chi non ci ha mai sostenuto e ha cercato solo di metterci i bastoni tra le ruote. È una rivincita e una motivazione in più a non fermarci e a crescere sempre più».

Te lo aspettavi?

«Ci abbiamo creduto sin dall’inizio. Siamo caduti tante volte, ci siamo rialzati e migliorati. Ci siamo scontrati con il vero mercato e abbiamo pian piano avuto consensi anche da grandi gruppi industriali nel mondo. Non so dirvi se me lo aspettavo davvero ma posso dirvi che ci abbiamo sempre creduto. Roboze sfida le logiche di mercato con soluzioni innovative diverse dai competitors e vestite sulle esigenze dei propri clienti finali. Volevamo creare la migliore stampante 3D al mondo: pensiamo di esserci riusciti» .

Un consiglio ai giovani e alle startup?

«Di avere sempre fiducia in se stessi, nella propria idea, e aver ben chiaro l’obiettivo che si vuole raggiungere. Spesso, soprattutto nelle prime fasi, sono poche le persone che ti sostengono, specialmente quando vuoi creare un’impresa innovativa con lo sguardo rivolto verso il futuro. Bisogna avere coraggio e non lasciarsi condizionare dai periodi bui. Quelli devi sempre metterli in conto. Focus e costanza senza mai perdere la motivazione. Questa è la mia esperienza».

Le stampanti 3D più precise del mondo per super polimeri

Lorusso è stato premiato per aver creato valore, con spirito innovativo e una visione strategica, e per aver contribuito alla crescita dell’economia in Italia e nel mondo, grazie a tecnologie brevettate. I prodotti di Roboze consentono una stampa 3D più precisa a costi inferiori, favorendo così lo sviluppo dell’industria 4.0. La startup genera entrate superiori a 1,4 milioni di dollari (2017), con un fatturato quadruplicato negli ultimi due anni. L’export attualmente conta per il 69%, con una presenza in tutti i canali distributivi dell’area EMEA, India e Corea del Sud.

Sonia Bonfiglioli è l’imprenditrice dell’anno

Il Premio Startup è stato assegnato ieri a Palazzo Mezzanotte, a Milano, in occasione della 22esima edizione de “L’Imprenditore dell’anno 2018” organizzato da Ernst & Young. Per la prima volta ha vinto una donna: Sonia Bonfiglioli, presidente e ad di Bonfiglioli Riduttori, è l’imprenditrice dell’anno (riconoscimento riservato alle aziende con un fatturato superiore a 25 milioni di euro). Ingegnere meccanico di Bologna, Sonia Bonfiglioli ha portato «il gruppo, fondato dal padre nel 1956, ad affermarsi come una realtà mondiale fra le più importanti del settore. Una donna capace di raccogliere e affrontare le sfide dettate dai tempi, promuovendo ricerca e innovazione, ponendo sempre al centro il fattore umano». Con un fatturato di oltre 800 milioni di euro, oggi il Gruppo Bonfiglioli è leader mondiale dell’automazione industriale.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.