Amazon compra Ring, la società dei citofoni smart per la casa

0
2890

Dopo il lancio di Amazon Key, il colosso dell’e-commerce compie un altro passo in avanti per entrare nelle case dei suoi clienti. Ha acquistato Ring, una società californiana che produce campanelli, allarmi, videocamere e soluzioni smart per la sicurezza di casa. Il costo dell’operazione supera il miliardo di dollari, secondo Reuters. Un’acquisizione importante, ma ben distante dalla cifra record di 13,7 miliardi sborsati nel 2017 per la catena dei supermercati Whole Foods.

La startup Ring

È un successo per Jamie Siminoff, il fondatore di Ring che vide scartata la sua idea al talent show per startup Shark Tank, nel 2013. Il team aveva lavorato per mesi al primo prodotto (un campanello wi-fi) e aveva investito 10mila dollari per allestire la presentazione in tv. Siminoff si era ritrovato senza soldi né investitori, demoralizzato dalle critiche. «Non riesco neanche a contare il numero di persone che hanno detto “no” alla mia idea, che non avrebbero investito, che mi dicevano che sarebbe stato un fallimento» ha raccontato l’imprenditore alla stampa americana. Dopo quattro anni la sua società è arrivata a valere un miliardo di dollari. Impiega 1300 persone, conta 10 prodotti principali venduti in 16mila negozi e ha ottenuto investimenti da Richard Branson, fondatore di Virgin, Goldman Sachs e Qualcomm.

Il prodotto di punta è un videocitofono a distanza, che permette di controllare la porta di casa via smartphone o tablet, utilizzando audio e video.

Da tempo Jeff Bezos punta al mercato dei dispositivi smart per la casa. Amazon ha già investito nel settore: ha lanciato una telecamera di sicurezza, inserita nel kit di Amazon Key, gli altoparlanti Echo e l’assistente vocale Alexa.

Print Friendly, PDF & Email