Amazon: creati 3000 posti di lavoro nel 2021, altre 500 assunzioni entro fine anno

1472
amazon lavoro
Gli uffici di Amazon Italia a Milano.

Amazon ha investito 2,9 miliardi di euro nel 2020 in Italia. Ha creato 3000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato nel corso del 2021. E assumerà altre 500 persone entro la fine dell’anno. Lo ha annunciato oggi l’azienda, che ha pubblicato anche online i numeri dell’ultimo anno fiscale: investimenti (in crescita, ammontavano a 1,8 miliardi nel 2019), ricavi (7,25 miliardi nel 2020, dai 4,5 dell’anno precedente) e tasse versate (345 milioni tra imposte dirette e indirette).

«Abbiamo investito molto nell’economia italiana e nei suoi talenti, più di 8,7 miliardi di euro finora, impiegando stabilmente più di 12.500 persone che ricevono una retribuzione competitiva e benefit fin dal primo giorno» ha commentato Mariangela Marseglia, VP Country Manager Amazon.it e Amazon.es.

L’azienda che ha assunto di più in 10 anni

Secondo uno studio di The European House – Ambrosetti, che ha analizzato i bilanci delle grandi aziende private in Italia, Amazon è la società che ha creato più posti di lavoro nel nostro Paese negli ultimi 10 anni.

Lo scorso settembre, il colosso dell’e-commerce ha raggiunto l’obiettivo fissato a inizio anno, di assumere 3000 persone a tempo indeterminato. Tanto da annunciare altre 500 nuove assunzioni. In media, in 11 anni, l’azienda ha creato oltre 20 nuovi posti di lavoro a settimana.

L’azienda, che quest’anno ha ottenuto la certificazione Top Employer Italia, assicura di offrire ai suoi dipendenti stipendi competitivi e opportunità di crescita professionale.

Da ottobre il personale dei siti logistici ha ottenuto un aumento della retribuzione d’ingresso, passata da 1.550 euro lordi al mese a 1.680 euro. «L’8% in più rispetto agli standard previsti dal Contratto Nazionale del Trasporto e della Logistica» precisa Amazon.

«A questo si aggiungono una serie di benefit che includono sconti su Amazon.it e un’assicurazione integrativa contro gli infortuni». I lavoratori hanno anche la possibilità di accedere a borse di studio fino al 95% per corsi di formazione, per quattro anni.

«L’Italia è una fucina di talenti e opportunità e siamo lieti di svolgere un ruolo nel promuoverne e sostenerne la crescita» sottolinea l’azienda. Che assicura che continuerà a «investire, creare posti di lavoro e ricadute economiche nelle comunità in tutta Italia».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.