Benetton per la prima volta alla Settimana della Moda

0
992
Luciano Benetton, fondatore di Benetton Group - Photo: Benetton Group

«Torneremo a colorare il mondo» aveva detto Luciano Benetton poco più di un anno fa, annunciando la sua decisione di riprendere in mano l’azienda di Ponzano Veneta. Con l’ostinazione dell’imprenditore che non vuole vedere crollare l’impresa di una vita. Ieri, a 83 anni, Luciano Benetton era in prima linea alla sfilata di United Colors che ha aperto la Settimana della Moda di Milano.

The Rainbow Machine (“la macchina dell’arcobaleno”) è il nome della colorata collezione che segna il rilancio dell’azienda, che ha chiuso il 2017 con una perdita record di 180 milioni di euro. La prima linea di capi Benetton firmati dallo stilista francese Jean-Charles de Castelbajac, che è anche l’esordio del marchio sulle passerelle della fashion week milanese.

A guidare il rilancio non è un team di Millennials creativi: oltre a Luciano, ci sono la sorella Giuliana, 81 anni, Oliviero Toscani, 76, lo stilista 69enne. Lo sguardo però è sui giovani e sul futuro. Ieri la location di via Savona era piena di influencer invitati da tutta Europa. Il brand punta sull’innovazione, sulle vendite online. «Il motto United Colors of Benetton non è mai stato così moderno, perché il colore serve a riunire gente di ogni tipo ed età» ha detto Jean-Charles de Castelbajac.

Al Corriere della Sera l’imprenditore veneto ha parlato delle difficoltà non solo economiche dell’ultimo anno: «È stato molto doloroso per me lavorare a un nuovo rilancio con i lutti che hanno colpito la nostra famiglia e il Paese» ha raccontato, con riferimento alla scomparsa dei fratelli Gilberto e Carlo e al crollo del Ponte Morandi, a Genova, nel 2018.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.