Chiara Ferragni apre il suo primo negozio a Milano

1
3763
Foto da Twitter - Chiara Ferragni

Dall’e-commerce al flagship store a pochi passi da Corso Como. La fashion blogger di Cremona lo inaugurerà il 26 luglio.

Grazie al suo blog The Blonde Salad, Chiara Ferragni, 30 anni, di Cremona, è riuscita a costruire un impero. È tra le fashion blogger più famose del mondo. Ha creato una linea di accessori che porta il suo nome. Online, su Instagram, ha 10 milioni di followers, offline 24 dipendenti e un fatturato che supera i 10 milioni di dollari. Mercoledì 26 luglio inaugurerà il primo negozio monomarca a Milano, in via Capelli, il passaggio che collega Corso Como a piazza Gae Aulenti. È stata la stessa Ferragni ad annunciarlo sui social (foto).

La vetrina è già pronta, con il nome del marchio e un occhio azzurro stilizzato, il logo della sua linea di scarpe, borse e accessori.

Dal blog all’impresa

«Quando nell’ottobre 2009 ho aperto The Blonde Salad, avevo già accumulato un certo seguito su Flickr, il sito di condivisione di foto, e contemporaneamente seguivo blog stranieri, soprattutto svedesi e americani» aveva raccontato Chiara a Millionaire. «Ho iniziato per passione, senza rendermi conto che il blog poteva diventare un lavoro per me. Dopo qualche mese, però, durante la settimana della moda di Milano, sono stata invitata alle mie prime sfilate. Allora ho capito le potenzialità del blog».

Da allora ogni giorno Chiara si mostra con un look diverso, discute di moda, critica gli stilisti, detta regole e tendenze. In poco tempo il blog, scritto in italiano e in inglese, registra un boom di accessi. Ed è letto in tutta Europa.

Chiara ha lasciato gli studi in Giurisprudenza alla Bocconi per dedicarsi alla moda a tempo pieno. Nel 2016 la rivista americana Forbes l’ha inserita tra gli under 30 più influenti d’Europa. E la sua impresa milionaria è diventata un caso di studio ad Harvard.

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. Che al mondo ci siano tanti pifferai magici é risaputo, ma che ci siano anche milioni di topi che li seguono…é deprimente…sob!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.