Coronavirus, Armani: sfilata senza pubblico, uffici e stabilimenti chiusi per una settimana

0
2996
armani
Foto di Alessandra Brunhildmedia da Wikimedia Commons

Mentre aumentano i casi di Coronavirus in Italia (229 persone contagiate) e il governo e le amministrazioni locali adottano misure di emergenza nelle sette regioni coinvolte, anche le aziende prendono iniziative per contenere la diffusione del virus e proteggere la salute dei dipendenti. Un caso emblematico è quello di Armani. L’imprenditore della moda ha preferito una sfilata senza invitati per la Milano Fashion Week (lo stesso hanno fatto i marchi Laura Biagiotti e Moncler) e ieri ha annunciato la chiusura di fabbriche e uffici per una settimana.

La sfilata a porte chiuse

Il 23 febbraio Armani ha presentato la nuova collezione autunno/inverno 2020/2021 con una sfilata a porte chiuse. Niente pubblico né stampa né buyer. L’evento è stato ripreso dalle telecamete e trasmesso in diretta streaming sul sito e sui canali social della casa di moda. Le modelle hanno mostrato i capi in passerella, come previsto, ma davanti a una carrellata di sedie vuote. Una scelta di responsabiltà “per non esporre ad alcun rischio la salute degli ospiti” ha spiegato Armani.

Uffici chiusi per una settimana

Lo stesso riguardo “re Giorgio” lo ha avuto anche per i lavoratori. A partire da oggi, per i prossimi sette giorni, gli uffici di Milano e gli stabilimenti produttivi in Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Piemonte resteranno chiusi. Ai dipendenti della maison non saranno trattenute le ferie. Solo dirigenti e responsabili di funzioni dovranno garantire la reperibilità, in caso di emergenze.

Impara dai leader: la storia di Giorgio Armani

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.