Da Nestlé un premio di 2500 euro per i suoi 3000 dipendenti in Italia

5775
nestlé italia
L'headquarter di Nestlé Italia ad Assago

Anche Nestlé Italia si aggiunge alla lista, sempre più lunga, di aziende che premiano i loro dipendenti per il lavoro svolto nel 2020. Per il gruppo del food sarà il bonus più alto degli ultimi anni: 2.500 euro lordi per i 3000 lavoratori impegnati negli uffici e negli stabilimenti Nestlé.

marco travaglia«Sono orgoglioso della dedizione con cui i nostri collaboratori, a tutti i livelli e in tutti i ruoli, hanno svolto il loro lavoro garantendo la disponibilità dei nostri prodotti anche nelle fasi più critiche della pandemia» ha detto Marco Travaglia, Presidente e ad Gruppo Nestlé Italia e Malta.

«Questo premio rappresenta un importante riconoscimento dello straordinario impegno condiviso da tutte le nostre persone nell’anno più difficile di sempre».

Per tutto il 2020 l’azienda ha garantito la piena retribuzione ai dipendenti, anche quando alcune attività sono state sospese a causa dell’emergenza.

Smart working, flessibilità e autonomia

Il premio rientra in un più ampio piano di welfare aziendale. Già dal 2012 in Nestlé si applica il FAB Working. Così è stato ribattezzato un nuovo modello di lavoro, evoluzione dello smart working, che promuove Flessibilità, Adattabilità e Bilanciamento tra il lavoro da casa e quello in ufficio.

Per supportare i lavoratori, l’azienda dà ai dipendenti la possibilità di ricevere a casa un kit di strumenti informatici (monitor, docking station, tastiera, mouse) e una sedia ergonomica. Offre convenzioni per la connessione wi-fi. Ha creato sportelli di consulenza, anche psicologica e nutrizionale. E organizza training online con consigli su postura, pause, disconnessione.

Rispetto all’emergenza Covid, Nestlé ha stipulato una polizza assicurativa per i rischi derivanti dal virus e tutti i lavoratori possono usufruire di tamponi e test sierologici gratuiti.

«I nostri dipendenti sono da sempre al centro della nostra strategia di crescita» sottolinea Travaglia.

«Per questo, abbiamo creato insieme a loro un modello di lavoro basato sulla fiducia e sull’autonomia che potrà guidarci una volta conclusa l’emergenza sanitaria».

Il cambiamento in azienda riguarda sì l’organizzazione del lavoro, ma parte da una trasformazione culturale. Che Nestlé ha riassunto in un «vocabolario dello smart working». Il documento è disponibile online per tutti, così che altre imprese possano cambiare approccio e prepararsi al lavoro del futuro. Info: https://www.externalib.net/nestle/VOCABOLARIO/Vocabolario.html

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.